Il film da vedere stasera 27 aprile – Il Pianista

Qualitˆ: Originale. Titolo Del Film: Il Pianista. Distribuito in Italia da 01 RAI CINEMA & STUDIO CANAL DISTRIBUTION.

Cari amici, oggi non potevamo che proporvi la visione di uno dei più grandi capolavori del maestro Roman Polanski: Il Pianista (2002) con Adrien Brody e Thomas Kretschmann, tratto dal romanzo autobiografico omonimo di Wladyslaw Szpilman. Il film ha vinto la Palma d’oro al Festival di Cannes nel 2002.

Varsavia, 1º settembre 1939, Wladyslaw Szpilman (Adrien Brody) è un promettente pianista ebreo che suona in una radio di Varsavia. Sta eseguendo il Notturno in Do diesis minore di Chopin, quando sente delle esplosioni che rapidamente si avvicinano.

Gli viene detto di smettere ma lui continua fino a quando una granata fa crollare la stanza accanto allo studio di registrazione: è l’inizio della seconda guerra mondiale, la Polonia è stata invasa e, nonostante il momentaneo entusiasmo per la dichiarazione di guerra alla Germania da parte di Francia e Gran Bretagna, Varsavia verrà occupata dopo pochi giorni.

Immediatamente dopo l’occupazione da parte delle truppe tedesche vengono emanate una serie di restrizioni rese ancora più pesanti per la numerosa comunità ebraica come l’obbligo di indossare un bracciale bianco con la stella di David.

Wladyslaw, che vive con l’anziano padre, la madre, il fratello Henryk e le due sorelle Regina ed Halina, viene licenziato dalla radio di Varsavia e, dopo che la famiglia ha esaurito gli ultimi risparmi, è costretto a vendere il suo pianoforte prima di trasferirsi nel ghetto di Varsavia.

Tutti cercano di sopravvivere: Wladyslaw trova lavoro come pianista in un locale, Heynryk, dopo che lui e il fratello hanno rifiutato l’invito ad arruolarsi nella polizia ebraica, cerca di vendere gli ultimi beni di cui la famiglia dispone mentre gli altri, grazie all’interessamento di alcuni amici che stanno cercando di organizzare una resistenza, vengono assunti in una sartoria, ma il 15 marzo 1942 il regime nazista inizia le deportazioni di massa verso i campi di sterminio.

Tutta la famiglia, ad eccezione di Heynryk e Halina, viene avviata alla deportazione ma anche loro, inconsapevoli del fatto che i treni sono diretti verso lo sterminio, si uniscono ai familiari per rimanere uniti, avviandosi in questo modo verso un viaggio senza ritorno.

Wladyslaw, prima di salire sul treno, viene tirato fuori dalla fila dallo stesso gendarme che gli aveva offerto l’arruolamento e che, dietro sua supplica, aveva in precedenza liberato Heynryk da un posto di polizia dove era stato rinchiuso.

Inizia così la lotta per la sopravvivenza, che porterà Władysław a cambiare più volte casa, nascondendosi con l’aiuto dei pochi amici ancora rimasti in vita. Il finale del film (e della storia vera della vita di Wladyslaw) vi lascerà senza parole.

Non perdete uno degli ultimi capolavori della cinematografia mondiale. L’appuntamento è su Iris (canale 22) alle ore 21.00.

Per chi avesse già visto il film, o avesse visto ieri sera La Maledizione della prima luna, suggeriamo la visione di Pirati dei Caraibi – La maledizione del forziere Fantasma (2006) su Italia1 (canale 6) alle 21.10.

Fonte: Wikipedia

CONDIVIDI