Il film da vedere mercoledì 29 agosto: Suffragette [PRIMA TV]

Suffragette

Da non perdere questa sera una coinvolgente prima tv di Rai 3: il film da vedere oggi, mercoledì 29 agosto, è il drammatico/storico Suffragette, che ripercorre le tappe del primo movimento femminista inglese, la storia delle donne che hanno cambiato il mondo.

Film da vedere, 29 agosto: il drammatico / storico Suffragette, in prima tv su Rai 3

Suffragette, film suggerito per la vostra prima serata del 29 agosto, andrà in onda in prima tv su Rai 3 alle 21.15.

Si tratta di una pellicola britannica del 2015, di genere drammatico/storico, ed è diretta dall’inglese Sarah Gavron (Brick Lane, Village at the end of the world).

Suffragette è il primo film nella storia del cinema ad essere stato girato all’interno del Palazzo di Westminster, sede del Parlamento del Regno Unito.

Il cast

Le tre straordinarie protagoniste di questo intenso film sono Meryl Streep, nei panni dell’attivista e leader del movimento suffragista femminile Emmeline Pankhurst, Carey Mulligan (Il grande Gatsby, Via dalla pazza folla) e Helena Bonham Carter (candidata a Miglior attrice non protagonista per Il discorso del re).

Ecco il cast completo di Suffragette:

  • Carey Mulligan: Maud Watts
  • Helena Bonham Carter: Edith Ellyn
  • Meryl Streep: Emmeline Pankhurst
  • Natalie Press: Emily Davison
  • Anne-Marie Duff: Violet Miller
  • Romola Garai: Alice Haughton
  • Ben Whishow: Sonny Watts
  • Brendan Gleeson: Steed
  • Samuel West: Benedict
  • Adrian Schiller: David Lloyd George
  • Finbar Lynch: Hugh Ellyn
  • Grace Stottor: Maggie Miller
  • Geoff Bell: Norman Taylor
  • Adam Michael Dodd: George Watts
  • Sarah Finigan: signora Garston
  • Lorraine Stanley: signora Coleman
  • Adam Nagaitis: sig. Cummins
  • Amanda Lawrence: miss Withers
  • Shelley Longworth: miss Samson

La trama di Suffragette

Londra, 1912. Maud (C. Mulligan) è una giovane donna dell’East End londinese che lavora da quando aveva sette anni in una lavanderia, dove ogni giorno rischia di ferirsi e ammalarsi. Maud è sposata con Sonny (B. Whishow), un collega di lavoro, con il quale ha un figlio di nome George (A. M. Dodd).

Un giorno, durante una consegna di lavoro, Maud si ritrova nel bel mezzo di una manifestazione violenta nel centro della capitale. Alcune manifestanti (chiamate con spregio “Suffragette“) stanno spaccando alcune vetrine nel corso della loro prima protesta militante, esasperate dal diniego della loro decennale rivendicazione del diritto di voto alle donne da parte di tutti i governi via via succedutisi.

Maud rimane scossa e stupita nel vedere anche una collega della lavanderia, Violet (A.M. Duff), nella folla delle militanti. Percependo il suo interesse, Violet cerca di persuadere Maud ad unirsi alla lotta e a diventare un’attivista del movimento femminista. Benché spaventata dai rischi che questo comporta, Maud inizia a rendersi conto che, senza il voto, le speranze per un futuro migliore sono molto scarse. Maud conosce poco dopo Edith (H.B. Carter), una farmacista locale che, insieme al marito, gestisce una base segreta delle Suffragette nel retrobottega del loro negozio.

Quando l’attivista dell’alta borghesia Alice (R. Garai) invita le donne della lavanderia in Parlamento a rendere testimonianza delle loro condizioni di lavoro, Maud fa un resoconto a David Lloyd George (A. Schiller), un rappresentante della Camera dei Comuni, il quale promette di prendere in considerazione la sua testimonianza nell’imminente dibattito parlamentare sulla concessione del diritto di voto alle donne.

Alcuni mesi dopo, però, le Suffragette apprendono che il suffragio non è stato approvato. Ciò scatena una protesta, durante la quale interviene la polizia, che picchia e arresta molte donne, tra cui Maud.

Quando torna in libertà, dopo una settimana, Maud cerca di prendere le distanze dal movimento, ma ormai si sente troppo coinvolta. Così si unisce a Violet ed Edith per recarsi a un discorso clandestino tenuto dalla leader del movimento delle Suffragette Emmeline Pankhurst (M. Streep), latitante che incita la folla di donne all’azione militante.

Il trailer

mm
Sono Valentina B., classe 1979, marchigiana. Ho un marito e un bimbo bellissimo e faccio la mamma a tempo pieno, il mestiere più duro e più bello del mondo! Mi piace scrivere e sono un'appassionata di libri, soprattutto romanzi. Amo il cinema e la televisione. Sono una nostalgica : adoro rivedere i vecchi film e programmi della mia infanzia e adolescenza e mi commuovo sempre!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here