Il film da vedere stasera, 12 settembre – La ragazza con l’orecchino di perla

Scarlett Johansson-Colin Firth
la ragazza con l’orecchino di perla - Locandina
la ragazza con l’orecchino di perla – Locandina

Cari amici, questa sera La7 ci propone La ragazza con l’orecchino di perla (2003), un film drammatico diretto dal regista Peter Webber (Hannibal Lecter – Le origini del male) e tratto dal romanzo omonimo di Tracy Chevalier. Interpretato magistralmente da Colin Firth e Scarlett Johansson, il film è stato candidato a tre premi oscar.

Trama

Griet (Scarlett Johansson) è una ragazza olandese che vive a Delft, nei paesi Bassi, nel 1665. Suo padre è un bravissimo pittore di ceramiche, famoso in tutta la città per le sue creazioni artistiche, divenuto però cieco per un incidente sul lavoro. A causa delle sopraggiunte ristrettezze economiche, Griet viene mandata a servire a casa del maestro Jan Vermeer (Colin Firth) anche egli pittore in difficoltà economiche a causa dei numerosi figli avuti dalla moglie.

Griet si abitua alla sua nuova vita e mostra un’innata propensione alla pittura ed all’arte di miscelare i colori. Segretamente attratto dal lei, Vermeer le insegna come preparare i colori per i suoi dipinti, prendendola come assistente ma tenendo segreti questi incontri a sua moglie (Essie Davis) per evitare che la donna si ingelosisca.

Anche il mecenate di Vermeer, Van Ruijven (Tom Wilkinson), prova attrazione per Griet e chiede a Vermeer di farla lavorare per lui. Vermeer rifiuta, ma per accontentare Van Ruijven – sua sola fonte di reddito – accetta di dipingere per lui un ritratto di Griet.

I due si avvicinano sempre più durante la realizzazione del quadro, finché la moglie di Jan scopre la tresca e va su tutte le furie, anche perché il marito ha osato ritrarre la bella Griet facendole indossare i suoi orecchini di perla… non perdete questo capolavoro, in onda su La7 (canale 7) alle ore 21.10

Alcune curiosità sul film

  • La città è conosciuta nel mondo per le sue maioliche, chiamate maiolica di Delft (o azzurro di Delft, in olandese Delfts Blauw), che ebbero un grande momento di splendore nel XVII e nel XVIII secolo.
  •  Il 12 ottobre 1654 la città fu quasi rasa al suolo a causa dell’esplosione di un magazzino di polvere da sparo.
  • Nel romanzo, Griet si buca da sola prima l’orecchio sinistro, quello cioè che viene dipinto dal pittore, ma in seguito anche il destro. Nel film invece è Vermeer stesso che, su richiesta della ragazza, le buca il lobo, ma solo quello dell’orecchio sinistro.

Gli attori principali

Colin Firth
Colin Firth

Sir Colin Andrew Firth CBE è nato a Grayshott, UK, il 10 settembre 1960 (56 anni).

Figlio di due professori universitari,  i suoi genitori sono cresciuti in India, poiché la nonna materna e il nonno paterno, prete anglicano, erano coinvolti in attività di missionari all’estero. Firth trascorre parte dell’infanzia in Nigeria, dove insegnava il padre, e all’età di 11 anni si trasferisce con la famiglia a St. Louis, in Missouri. Attore versatile e pluripremiato, vince nel 2009 la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e il Premio BAFTA al miglior attore per A Single Man di Tom Ford, ricevendo la sua prima candidatura all’Oscar al miglior attore. Nel 2011, grazie alla magistrale interpretazione di Giorgio VI del Regno Unito ne Il discorso del re di Tom Hooper vince il Premio Oscar come miglior attore protagonista, il Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico, il Premio BAFTA e due Screen Actors Guild. Dal 1997 è sposato con la produttrice e regista italiana Livia Giuggioli, dalla quale ha avuto due figli. Ha un figlio nato da una precedente relazione. E’ un grandissimo appassionato di calcio, grande tifoso dell’Arsenal.

Scarlett Johansson
Scarlett Johansson

Scarlett Ingrid Johansson è nata a New York, il 22 novembre 1984 (32 anni)

Figlia di un architetto e di un’attrice, i genitori si separarono quando aveva 13 anni. Ha una sorella e un fratello maggiore, Vanessa e Adrian e un gemello, Hunter. Fin dal 1994 inizia ad apparire in piccoli ruoli in film come Genitori cercasi, si impone all’attenzione del pubblico internazionale nel 1998 con la sua interpretazione della giovane Grace nel film L’uomo che sussurrava ai cavalli. Ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione ne La ragazza con l’orecchino di perla (2003) e Lost in Translation – L’amore tradotto (2003), per il quale ha ricevuto due candidature ai Golden Globe e ha vinto il BAFTA alla migliore attrice protagonista per l’ultimo film citato. Ha ricevuto altre due candidature ai Golden Globe per Una canzone per Bobby Long (2004) e Match Point (2005). Nel 2011 ha vinto un Tony Award per il suo ruolo nello spettacolo Uno sguardo dal ponte, venendo candidata anche ai Drama Desk Award. Il 27 settembre 2008 sposa l’attore Ryan Reynolds, dal quale si è separata nel 2011. Ha lavorato con tutti i più grandi registi del mondo.

Trailer del film

 

Se avete già visto il film, potete vedere in alternativa Qualcosa di cui sparlare (1995) in onda si La5 (canale 30) alle 21.10.

Nell’articolo sono state citate le seguenti fonti: Wikipedia

CONDIVIDI