In arte Nino: la vita di Nino Manfredi in un film per la tv – Lunedì 25 settembre su Rai1

In arte Nino Manfredi

Nino Manfredi ha interpretato più di cento film nella sua vita, ma mai nessun film ha parlato di lui. Fino ad oggi.

Presto sui nostri schermi arriverà In arte Nino, la biografia dell’attore, cantante e regista scomparso nel giugno del 2004, all’età di 83 anni.

Fu uno dei “mostri” della commedia all’italiana, assieme ad Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi e Marcello Mastroianni.

In arte Nino, il film su Nino Manfredi

Si intitola In arte Nino il film che racconta la storia di Nino Manfredi, e a dirigerlo è Luca, il secondo dei suoi quattro figli (la primogenita è Roberta e dopo Luca sono nate Giovanna e Tonina, quest’ultima frutto di una relazione extraconiugale).

Il film non ripercorre la carriera dell’attore perchè, come dice Luca (in una recente intervista a DiPiù TV), quella è nota a tutti.

Ho deciso di raccontare una parte della sua vita che non conosce quasi nessuno: la sua giovinezza, la nascita della sua vocazione artistica e la lunga gavetta che ha dovuto affrontare prima di arrivare al successo.

“In arte Nino” arriva fino alla partecipazione a Canzonissima, nel 1959.

Il film inoltre parla di come è nato l’amore tra Nino Manfredi ed Erminia, madre dei suoi figli, che gli è stata accanto tutta la vita, perdonandogli anche il tradimento dal quale nacque la figlia illegittima.

La trama del film

1939. Siamo in un ospedale di Roma. Il diciottenne Saturnino Manfredi (detto Nino) è ricoverato da tre anni per una grave tubercolosi.

Miracolosamente, Nino sopravvive e, una volta guarito, decide di realizzare il suo sogno di diventare attore. Il padre, maresciallo di polizia, è contrario, così il ragazzo si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza per farlo contento.

Ma nel frattempo frequenta di nascosto una scuola di recitazione e piano piano riesce ad ottenere qualche piccola parte. Il padre, scoprendolo, si infuria. Nino termina gli studi e prende la laurea, poi si reca in ufficio dal padre e gli comunica che sta per partire per la sua prima tournée teatrale.

Inizia così la dura gavetta di Nino. E anche le sue avventure amorose: il ragazzo passa da una donna all’altra, fino a quando fa l’incontro della bellissima modella Erminia, innamorandosene perdutamente.

Chi interpreta Nino Manfredi?

Sarà Elio Germano (già attore di numerosi film e fiction) a ricoprire il ruolo di Nino Manfredi.

Il regista Luca Manfredi ha dichiarato di averlo voluto a tutti i costi, poichè il suo sguardo e la sua versatilità gli ricordano molto suo padre.

Elio è entrato così bene nella parte che più volte, sul set, mi è sembrato di avere mio padre di nuovo qui, accanto a me.

La parte di Erminia, invece, è interpretata dalla splendida Miriam Leone.

erminia in arte nino

Nino Manfredi, un uomo diverso nel privato

Il regista figlio di Nino, ha raccontato che il padre, nel privato, era molto diverso da come eravamo abituati a vederlo in tv.

I due non andavano d’accordo e, nonostante abbiano passato insieme momenti felici, a Luca è mancato molto l’affetto di Nino.

Mio padre è stato un grande artista perchè ha dedicato tutta la sua vita al lavoro.

A casa, però, non c’era quasi mai.

Non aveva un carattere facile, era ombroso, tormentato chiuso. Ed era molto severo.

E poi non era abituato a dimostrare il suo affetto. Da bambino mi sono mancati i suoi baci e le sue carezze.

In arte Nino, un regalo per papà

Per Luca, non è un semplice film, ma un modo per esprimere verso suo padre quei sentimenti che non è riuscito a dimostrargli quando era in vita. Ecco le sue commoventi parole:

Per me è molto più di un semplice film. Girarlo è stato un modo per chiudere un cerchio, per fare pace con mio padre, una volta per tutte, dopo i tanti contrasti che abbiamo avuto nella vita e che non abbiamo mai completamente risolto.

Oggi il mio più grande rimpianto è di non essere riuscito a costruire un vero dialogo, di non avergli detto tante, troppe cose.

L’ho fatto ora, con questo film: è il mio modo per dimostrargli, finalmente, quanto gli ho voluto bene.

E sicuramente Nino ne sarà felice.

Non perdetevi questo film, io credo che valga davvero la pena vederlo, per conoscere il “vero” Nino Manfredi e perchè è fatto col cuore. Il cuore di un figlio.

Appuntamento con In arte Nino, lunedì 25 settembre alle ore 21.25 su Rai1.

mm
Sono Valentina B., classe 1979, marchigiana. Ho un marito e un bimbo bellissimo e faccio la mamma a tempo pieno, il mestiere più duro e più bello del mondo! Mi piace scrivere e sono un'appassionata di libri, soprattutto romanzi. Amo il cinema e la televisione. Sono una nostalgica : adoro rivedere i vecchi film e programmi della mia infanzia e adolescenza e mi commuovo sempre!