Festival di Sanremo 2018: 4 sostanzialmente le novità! Tutti i dettagli

Sanremo 2018 Claudio Baglioni Festival

Claudio Baglioni presentatore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2018 sta rivoluzionando un po’ di cose che si possono riassumere sostanzialmente in 4:

  • Non ci saranno eliminazioni – le canzoni gareggeranno tutte per la finale.
  • Eliminata la serata delle cover – niente più reinterpretazioni di brani celebri.
  • Una serata dedicata ai duetti – i big duetteranno con altri artisti.
  • La durata delle canzoni – fino a 4 minuti.

Sanremo 2018: le novità di Baglioni

Nessuna Eliminazione

Sono dunque 4 le novità per questo Festival della Canzone Italiana che sarà trasmesso da Rai Uno da 6 al 10 febbraio.

Il cantante romano ospite al TG1 mercoledì 11 ottobre ha anticipato:

Basta eliminazioni e serate cover.

Le modifiche apportate alla kermesse canora dal direttore artistico Baglioni sono dunque sostanzialmente quattro. La prima, assai importante e che non ci saranno più le eliminazioni.

Tutte le canzoni, infatti gareggeranno per la finale dove poi sarà eletta la vincitrice, senza quell’odiosa classifica che per certi versi, mortificava artisti del calibro di Al Bano o Ron (per citarne qualcuno in ricordo della polemica dello scorso anno).

E’ vero che è una competizione, una gara ed è normale che ci sia una classifica, tuttavia, in un’era molto “social” dove i ragazzini hanno lo smartphone a portata di mano, non è semplice né facile per i big “datati” avere qualche chance.

Sanremo 2018: eliminazione della serata cover

Un’altra importante novità è che non ci sarà più la serata dedicata alle cover. Solitamente durante le 5 giornate del Festival quella di venerdì sera è stata dedicata alle cover: l’interpretazione da parte dei big in gara di canzoni non proprie.

Una tra le più riuscite di questi ultimi anni è stata quella di Nek, che ha reinterpretatonel Sanremo 2015, “Se Telefonando” scalando tutte le classifiche.

Serata dedicata ai duetti

Ebbene, dovremo dire addio alla puntata di cover e dare il benvenuto ad una serata dedicata ai duetti.

I Big in gara eseguiranno la loro canzone in una nuova versione assieme ad altri colleghi, al fine di valorizzare il lavoro di ogni cantante. Ha spiegato Baglioni:

È giusto che ognuno possa riproporre il proprio brano in forma di duetto o trio. Sarà la stessa canzone, ma magari arrangiata in modo diverso.

Intervistato da Vincenzo Mollica, Baglioni oltre a svelare queste evidenti notifiche al regolamento ha dichiarato di essere:

non conduttore, ma conducente!

Ha inoltre aggiunto:

Dopo ben tre no, ho accettato di condurre il Festival. Ci sarà dunque un musicista alla guida del festival e la musica sarà al centro del festival.

Un’altra importante novità è la durata (lunghezza) delle canzoni che potranno raggiungere i 4 minuti.

Per la Valletta, spunta il nome di Miriam Leone

Come per ogni Festival già da ora inizia il toto- valletta. Il nome che pare primeggiare su tutti è quella dell’attrice e showgirl Miriam Leone.

Secondo il settimanale Chi, la bellissima siciliana è quella che ha più chance di condurre al fianco di Baglioni la kermesse canora.

Si ipotizzano anche altri nomi:

  • Ilaria D’Amico
  • Sabrina Ferilli
  • Anna Valle
  • Martina Colombari

E voi che ne pensate di queste novità? Siete contenti? Diteci la vostra!

CONDIVIDI
Articolo precedenteStasera in tv, programmi tv e film in prima serata | 12 ottobre 2017
Prossimo articoloIl Paradiso delle Signore 2: anticipazioni settima puntata del 17 ottobre
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..