What Women Want – Quello che le donne vogliono: Opinioni e recensione del film

What Women Want - Quello che le donne vogliono: Opinioni e recensione del film

What Women Want – Quello che le donne vogliono è un film del 2000 di genere Commedia/Fantastico diretto da Nancy Meyers, con protagonisti Mel Gibson, Helen Hunt, Marisa Tomei, Sarah Paulson. La pellicola ha una durata di circa 127 minuti. Ecco la nostra opinione e recensione.

La Trama del film What Women Want

Nick Marshall è un pubblicitario di Chicago che fin dall’infanzia ha un’ossessiva passione per le belle donne, probabilmente dovuta al fatto che la madre era una showgirl. L’uomo è un vero asso nel vendere i prodotti e nel sedurre quante più conquiste possibili.

Nick si aspetta una promozione visto i suoi numerosi successi professionali, ma il suo manager Dan invece annuncia che il ruolo andrà all’affascinante Darcy McGuire, ultimo “acquisto” della compagnia, nel tentativo di ottenere riscontri anche dal pubblico femminile.

Nel frattempo il protagonista si trova a doversi prendersi cura della figlia quindicenne Alex, con la quale non ha rapporti da tempo, poiché la ex-moglie e madre della ragazza è in luna di miele col nuovo marito.

Per entrare nel mood della moda per signore, Nick decide di testare in prima persona alcuni abiti e prodotti destinati al gentil sesso: durante questi improbabili tentativi casalinghi, cade nella vasca piena d’acqua mentre aveva in mano un asciugacapelli. L’uomo prende la scossa e sviene per qualche ora, salvo scoprire la mattina successiva di avere un nuovo potere, ossia quello di poter sentire tutto ciò che le donne pensano, scoprendo anche i giudizi non certo lusinghieri sulla sua persona.

Dopo lo shock iniziale Nick decide di sfruttare la capacità a proprio vantaggio, finendo per rubare le idee migliori proprio alla sua acerrima rivale, con la quale però giorno dopo giorno nascerà anche un altro tipo di rapporto.

La recensione del film What Women Want

Un vero e proprio classico della commedia recente, capace di recuperare toni e atmosfere della Hollywood che fu per adattarle alla contemporaneità: l’incipit che dà il via alla vicenda nella sua istintiva semplicità non sarebbe dispiaciuto a maestri come Ernst Lubitsch e Frank Capra. Dietro la macchina da presa siede invece Nancy Meyers, apprezzata sceneggiatrice di tanti titoli del filone, qui alla sua seconda prova registica dopo l’esordio con Genitori in trappola (1998).

What Women Want – Quello che le donne vogliono possiede un ritmo frizzante e spontaneo, capace di provocare sincere risate tramite gag divertenti e mai volgari che giocano buona parte del loro appeal sulle magnetiche e alchemiche performance del cast, con Mel Gibson ed Heleh Hunt perfetti nei due ruoli principali e comprimarie di lusso del calibro di Marisa Tomei e Sarah Paulson. L’avvolgente colonna sonora di Alan Silvestri accompagna poi nel migliori dei modi le diverse scene madri, fino all’epilogo ovviamente lieto come da tradizione.

Certo qualche ovvietà di sceneggiatura fa capolino nel corso delle due, eccessive, ore di visione ma l’insieme generale avvince e convince, come dimostrato dallo straordinario successo al box-office e dalla serie di remake che ne sono stati realizzati in varie parti del mondo: fra questi l’omonimo film cinese del 2011 e il recentissimo, a ruoli invertiti, What Women Want (2019) pensato per il pubblico afroamericano.

mm
Appassionato di cinema fin dalla più tenera età, cresciuto a pane (anzi focaccia, da buon genovese) e classici hollywoodiani e scoperto, con il trascorrere degli anni, il fascino di cinematografie più sconosciute e di nicchia. Amante della Settima arte a 360 gradi, senza restrizioni geografiche o temporali di sorta, scrivo nel settore su svariate testate da quasi quindici anni, dopo una precedente esperienza nell'ambito della critica musicale. Con un debole per il tennis (primo estimatore di Roger Federer), il rock dalle sonorità più estreme a quelle più leggere e cantautoriali, e la birra artigianale, perché una buona pinta, insieme a un film, ci sta sempre bene.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here