Snitch-L’infiltrato: la storia vera che ha ispirato il film con Dwayne Johnson e Susan Sarandon

Snitch-L'infiltrato

Cosa sareste disposti a fare per salvare vostro figlio da una situazione molto complicata? Il padre protagonista di Snitch-L’infiltrato, il film drammatico in onda Lunedì 29 Maggio su Tv8 alle 21.30, non esita a collaborare con la Polizia e ad infiltrarsi nel pericoloso mondo della droga. La pellicola del 2013 firmata da Roman Waugh sa tenere incollati allo schermo fino alla fine, sia per la trama avvincente che per la bravura degli attori protagonisti, a cominciare da un Dwayne “The Rock” Johnson, famoso wrestler, in stato di grazia e da una sempre eccellente Susan Sarandon. E poi, anche se sembra impossibile, il film è tratto da una storia vera. Vi spieghiamo tutto di seguito.

Snitch-L’infiltrato: la trama in breve

Prima di scoprire quali sono i fatti veri che hanno ispirato la pellicola, vediamo qual è la trama in breve di The Snitch-L’infiltrato. Un ragazzo di soli 18 anni si ritrova arrestato e con il rischio di rimanere in carcere 10 anni per colpa di un amico che gli invia un pacco contenente droga. Disperato per quanto accaduto al figlio, il padre decide di collaborare con la Polizia e, sotto copertura, entra nel mondo della droga.

Ecco la storia vera che ha ispirato il film

Snitch-L’infiltrato, si ispira alla vera storia di James Settembrino e di suo figlio Joey. I fatti risalgono al 1992. Il diciottenne Joey, per assecondare un amico che gli chiede di procurargli una grande quantità di droga per poterla spacciare, finisce in un guaio più grande di lui. Una soffiata infatti, permette alla Polizia di intercettarlo e arrestarlo. Basterebbe il pagamento di una cauzione di mezzo milione di dollari per tirarlo fuori di prigione, ma gli agenti vogliono che il giovane li aiuti a sgominare la banda di narcotrafficanti.

Quando lui, per timore, rifiuta, il padre James prende il suo posto e alla fine, dopo aver coraggiosamente corso tanti rischi, riesce a far prendere i responsabili dell’arresto del figlio. La storia, per fortuna, ha un lieto fine anche nella realtà, oltre che nel film.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here