Cucine da incubo: al via la sesta stagione con Antonino Cannavacciuolo

Cannavacciuolo

Tutto pronto per la sesta edizione di Cucine da incubo, il programma televisivo condotto dallo chef Antonino Cannavacciuolo

Antonino Cannavacciuolo ritorna protagonista in tv con la sesta stagione di “Cucine da incubo“. Scopriamo le novità, la data di messa in onda e le anticipazioni sul programma televisivo basato sul format britannico Ramsay’s Kitchen Nightmares.

Cucine da incubo: quando va in onda

Debutta domenica 25 febbraio alle ore 21.25 circa sul canale NOVE la nuova edizione di “Cucine da Incubo“. Al timone confermato ancora una volta lo chef Antonino Cannavacciuolo pronto a risollevare le sorti di alcuni ristoratori in giro per l’Italia.

La sesta edizione del programma, prodotto da Endemol Shine Italy, vedrà lo chef pluristellato muoversi in giro per l’Italia. Cannavacciuolo, infatti, conosciuto non solo come chef, ma anche come imprenditore, è pronto a dispensare consigli mettendo al servizio dei ristoratori la sua esperienza nel settore. Un confronto diretto quello tra lo chef e i ristoratori che si rivelerà utilissimo al fine di migliorare il servizio aiutando così i ristoratori ad organizzarsi meglio il lavoro e non solo. 

Cucine da incubo 6: anticipazioni

La sesta edizione di Cucine da Incubo si preannuncia davvero imperdibile e ricca di sorprese. A fare la differenza durante questa nuova stagione saranno le storie che mostreranno al pubblico quanto lavorare in cucina possa essere un valido motivo per non arrendersi mai.

Durante le sei puntate conosceremo la storia di uno chef non vedente che, nonostante le mille difficoltà, continua imperterrito ad impegnarsi dietro ai fornelli. Non solo conosceremo la storia di due fratelli, proprietari di un ristorante, che trovano in un gruppo di alunni di una scuola elementare il loro più valido aiuto per superare i loro conflitti. Infine anche la storia di un ristorante ubicato in un paesino colpito dal territorio delle Marche.

Durante ogni puntata di Cucine da Incubo, Cannavacciuolo si recherà nel ristorante per testare personalmente il menù e giudicarne cibo e servizio. Non solo, lo chef presterà attenzione anche al rapporto tra chef e collaboratori.

In base alle difficoltà poi si adopererà per dispensare consigli su come migliorare le cose. Come sempre lo chef sottoporrà anche l’intero ristorante ad una sorta di make over con il supporto di un gruppo di professionisti in modo da lasciare ai ristoratori una struttura moderna e funzionante.

CONDIVIDI