Claudio Lippi si racconta: “io allontanato dalla tv ingiustamente”

Claudio Lippi

E’ di qualche giorno fa una polemica social scaturita a causa di alcune dichiarazioni di Claudio Lippi, il popolare showman milanese attuale concorrente di Tale e Quale Show.

Claudio Lippi vs Lucio Presta

Lippi recentemente si è tolto qualche sassolino dalla scarpa, spiegando i motivi per cui è stato allontanato dalla tv per qualche tempo. Non era in sintonia con Lucio Presta, manager degli artisti e imprenditore  della società Arcobaleno Tre.

Come forse saprete, Lippi è tornato di nuovo in tv, dopo un’assenza di quasi dieci anni, come concorrente dello show del venerdì sera di Rai Uno con Carlo Conti, Tale e Quale Show.

In una recente intervista al Quotidiano Nazionale, Lippi ha dichiarato:

Per dieci anni sono praticamente sparito.

Tutto comincia nel 2003 quando feci una orrenda Domenica In con Paolo Bonolis.

In quello studio mi trovavo malissimo. Bonolis era troppo egocentrico e tra noi non c’era feeling.

Poi sono tornato, dopo dieci edizioni al fianco di Maurizio Costanzo (tra le più belle domeniche pomeriggio della storia televisiva), a fare la domenica su Canale 5.

Lippi aggiunge anche:

Il programma venne affidato a Paola Perego e tutto cambiò. Sembravo un pesce fuor d’acqua ma soprattutto non mi riconoscevo in quel tipo di trasmissione troppo urlata e chiassosa.

Cercai di ragionare assieme alla squadra di lavoro, visto che firmavo il programma anche come autore.

 Cercai di impormi e di far prevalere le mie ragioni ma niente. Alla quinta puntata dissi basta e me ne andai.

Non potevo varcare né la soglia della sede Rai di viale Mazzini né quella di Mediaset a Cologno Monzese.

Sul mio nome c’era il veto più assoluto.

Lippi e quelle dichiarazioni sui Presta

Se avete buona memoria, Lippi in effetti alla quinta puntata di quella  Buona  Domenica con la Perego, nel 2006 se ne andò affermando che non si sentiva rappresentato dal quel tipo di tv. Insomma un addio polemico che gli è costato l’allontanamento dagli studi televisivi per quasi 10 anni.

Ed ora, in occasione dell’intervista ha dichiarato anche che si candida per la conduzione di Reazione a Catena, lo show estivo che prende il posto dell’Eredità con alla conduzione Amadeus.

    Mi risulta che sia vacante il ruolo del conduttore di Reazione a catena della prossima estate perché Amadeus avrà altri impegni.

Fra i giochi oggi in tv è quello che più mi si addice perché c’è il rapporto con i concorrenti, un pubblico disponibile… insomma mi candido.

La candidatura di Lippi non è stata particolarmente apprezzata da Lucio Presta, agente di Paolo Bonolis e Paola Perego, di cui è anche il marito e su Twitter ha esternato quanto segue:

Ne ho conosciuto di coglioni ingrati ma questo batte tutti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Segreto, anticipazioni puntate spagnole: Raimundo caccia Emilia e non ricorda niente
Prossimo articoloAscolti tv, vince Il paradiso delle signore | 10 ottobre 2017
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..