Rocco Schiavone 2 – Ecco dove e quando inizieranno le riprese della seconda stagione!

rocco schiavone
Marco Giallini in rocco schiavone

Rocco Schiavone 2! L’amatissimo Marco Giallini tornerà sul piccolo schermo nei panni del vicequestore “Rocco Schiavone”.

Dove e quando?

Sul set della crime-fiction “Rocco Schiavone 2”, le cui riprese inizieranno a metà settembre 2017 e si divideranno tra le città di Roma Aosta.

Ma scopriamo qualcosa in più su questa succulenta notizia!

Primo ciak per “Rocco Schiavone 2” a Roma

Qualche giorno fa, l’ANSA ha annunciato che, a partire dalla seconda metà di Settembre, inizieranno le riprese della fortunata fiction Rai che trae ispirazione dai romanzi di Antonio Manzini.

I primi ciak verranno girati nella città di Roma; successivamente, il set si sposterà ad Aosta in collaborazione con la FilmCommission Vda.

La casa editrice Sellerio non può che essere entusiasta di questa notizia, dato il notevole incremento di lettori e fan che la fiction gli porta.

Se ben ricordate, peraltro, era già stata annunciata (anche se non ufficializzata) una seconda stagione della fiction in questo articolo di SuperGuidaTv.

Che la serie tv non si sarebbe fermata l’aveva dichiarato persino l’autore Antonio Manzini.

Il successo della fiction mi ha stimolato a scrivere ancora nuove storie su schiavone, personaggio controverso 

aggiungendo, altresì, che

Rocco schiavone non è un esempio. non lo è mai. fa delle cose orribili e delle cose bellissime. È un personaggio pieno di problemi, zone d’ombra e zone di luce.

Se ti piace lo guardi. criticalo anche, perchè se lo merita. ma amalo anche, perché se lo merita.

Continuità tra prima e seconda stagione?

Inevitabile porsi questa domanda: Rocco Schiavone resterà sempre lo stesso o verrà ‘disciplinato’ dalle Forze dell’Ordine locali?

Riuscirà a vivere senza sentire addosso il peso dell’omicidio della moglie a causa di un agguato destinato a lui?

Di sicuro non ci annoieremo nel corso della seconda stagione di “Rocco Schiavone”, definito come uno dei prodotti più interessanti della Rai per l’anno 2017.

Il motivo?

L’aver voluto osare nel proporre contenuti che, in fin dei conti, rispecchiano la nostra società più di quanto siamo disposti ad ammettere.

Tutto questo, per giunta, in un palinsesto tacciato più volte di voler tarpare le ali all’innovazione ed alle produzioni come questa.

I nuovi casi del vice-questore romano trasferito ad Aosta per motivi disciplinari, quindi, attendono solo voi: riuscirete ad aspettare fino ai primi mesi del 2018 per vederli?

Continuate a seguirci su SuperGuidaTv per non perdere le novità su questa e di altre fiction offerte dai palinsesti del DTT.

CONDIVIDI