Rai, 22° edizione della Giornata Mondiale della Televisione: la programmazione

Giornata Mondiale della televisione

Giornata Mondiale della televisione: la Rai celebra la 22ima edizione con una speciale programmazione che coinvolge tutte le reti

Sono trascorsi 22 anni dal primo World Television Forum tenutosi a New York con la partecipazione di tutte le televisioni più importanti al mondo. Un evento oramai diventata una vera e propria istituzione denominata la Giornata Mondiale della televisione. Ecco per voi la programmazione completa sulle Reti Rai.

Giornata Mondiale della televisione 2018

A distanza di 22 anni dalla prima Giornata Mondiale della televisione, istituita dalle Nazioni Unite il 21 novembre del 1996, la Rai celebra anche quest’anno questo importantissimo evento considerato di importanza fondamentale per quanto concerne la democrazia, la libertà d’informazione, lo sviluppo economico, sociale e culturale.

L’edizione 2018 ha un tema ben preciso: il contenuto di qualità. Con il passare degli anni è diventato sempre più importante dare il giusto peso alla qualità dei programmi trasmessi in tv; del resto oramai la tv è diventato un potentissimo mezzo di comunicazione per grandi e piccini.

Basti pensare che per l’anno 2017, dati alla mano, la produzione di serie televisive nell’intera Unione Europea ha registrato ben 920 titoli, per un totale di 16.400 episodi e oltre 11.000 ore di trasmissione. Per questo motivo è fondamentale puntare sempre di più sulla qualità e su prodotti che possano coinvolgere maggiormente i telespettatori, ma anche invogliarne di nuovi.

La televisione non è solo un mezzo di informazione, ma anche di intrattenimento di diversa natura: dallo sport allo spettacolo, passando per i reality.

La programmazione Rai

Per l’edizione 2018, la Rai ha deciso di celebrare questo importantissimo evento con una programmazione davvero speciale. Il World Tv Day comincerà dalle prime ore dal mattino: dalle 6.45 con la diretta di “Uno Mattina” per poi proseguire dalle ore 11.00 nel salotto de I Fatti Vostri su Rai2 con una rubrica speciale affidata a Umberto Broccoli.

Giovedì 22 novembre 2018, invece, dalle ore 23.00 circa Stracult dedicherà ampio spazio alla giornata mondiale della televisione. Anche le testate giornalistiche nazionali dedicheranno ampio spazio all’evento con una serie di servizi trasmessi dai vari tg regionali. Non solo, fino al 21 novembre sarà trasmesso anche lo spot World Tv Day a reti unificate Rai.

La programmazione Rai YoYo e Rai Premium

Ma non finisce qui, la giornata mondiale della televisione avrà il suo spazio anche sugli altri canali Rai. A cominciare da Rai Premium con uno speciale durante lo show “Brava!” condotto da Roberta Capua. Anche Rai YoYo dedicherà ampio spazio all’evento con la messa in onda de “La Posta di Yoyo – VIVA LA TV!” dalle ore 8.10.

Ecco la sinossi dello speciale tv:

Carolina si troverà nella difficile scelta di cosa guardare in tv: i programmi sono tanti. Le piacerebbe uno show con i balletti oppure un bel servizio giornalistico, ma anche un gioco a quiz e, perché no, un’appassionante storia d’amore. Lallo ha la soluzione: una televisione tutta fatta da loro.

Mercoledì 21 novembre 2018 anche Rai Gulp dedicherà molto spazio alla giornata con il programma Snap. Rai Storia, invece, trasmetterà il documentario ” Da oggi la Rai – La nascita della televisione italiana” di Michele Astori, Alessandro Chiappetta e Enrico Salvatori e diretto da Graziano Conversano.

Un progetto dal grande valore artistico in cui si è documentata l’evoluzione del mezzo televisivo dalle prime sperimentazioni fino al traguardo  avvenuto con il collegamento tra Roma, Milano e Torino raggiunto tra il 1949 e 1954.

Anche Rai Cultura Web e Social coinvolgerà i telespettatori con uno speciale dedicato ai momenti più importanti della nascita della televisione. A discuterne sarà Alberto Manzi che condurrà i telespettatori dagli esordi fino all’evento dell’età digitale.

Prevista la messa in onda di alcuni speciali filmati di Rai Storia tra cui: “La Tv fa ancora parte dei mass media?” e “Il Ruolo della Tv nell’era digitale“. Non mancheranno poi alcune interviste realizzate in occasione del Festival della Televisione e dei Nuovi Media tenutosi a Dogliani dal 3 al 6 maggio 2018.

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here