Paolo Bonolis difende Paola Perego dalle accuse di sessismo. E molto altro!

paola perego

Paolo Bonolis, recentemente,  nel corso di una conferenza stampa a Cologno Monzese, ha ufficializzato l’accordo raggiunto con Mediaset e il suo rinnovo di contratto per altri due anni.

Paolo Bonolis per altri due anni a Mediaset

L’impegno di Bonolis per le prossime due stagioni sarà in buona sostanza, sempre lo stesso, visto che riproporrà, nell’arco di due anni, un po’ tutti i programmi più noti che ha condotto sulle reti Mediaset:

  • Avanti un altro nel preserale di Canale5,
  • Music, il riuscito esperimento che pochi mesi fa ha raccontato la musica in televisione potendo anche, contare su ospiti nazionali e internazionali  di primaria grandezza
  • Chi ha incastrato Peter Pan
  • Scherzi a parte
  • E un ritorno gradito: Il Senso della Vita, senza dubbio la trasmissione migliore di Bonolis
  • Ciao Darwin

Le dichiarazioni di Bonolis a difesa di Paola Perego

Durante la conferenza stampa, il noto conduttore romano ha parlato anche della sua collega Paola Perego, (moglie del suo agente Lucio Presta) difendendola dalle accuse di sessismo e di razzismo mossele dalla Rai, con conseguente chiusura del suo programma “Parliamone Sabato”.

Mi dispiace per quello che è successo. È successo qualcosa di umano, e in televisione si esercitano rapporti di forza. La Rai è un’azienda televisiva di Stato e deve far contenti tutti.

E per fare contenti tutti è difficile non ascoltare le lamentele di tutti, ma così si finisce per fare una televisione innocua dove l’ironia rischia di non avere spazio.

E l’ironia non può essere innocua. Io ho visto quel momento e non era successo davvero nulla. Credo che dietro quella chiusura ci siano altre cose e credo che se quel programma avesse fatto il 20% non sarebbe stato chiuso.

La rete rischia di diventare una forca caudina con le sue battaglie inutili ma non bisogna avere paura. Bisogna avere le palle di rispondere”.

CONDIVIDI