Luigi Di Maio: “Via la politica dalla Rai oppure eliminiamo il canone”

Luigi Di Maio

Luigi Di Maio vuole rivoluzionare il servizio pubblico. Il vicepresidente del Consiglio dei ministri ha già pronta una legge a firma Liuzzi per cambiare radicalmente la RAI. Di seguito riportiamo le parole del leader del Movimento 5 Stelle.

Luigi Di Maio, via la politica dalla RAI

Luigi Di Maio vuole eliminare la politica dalla RAI. Queste le parole del leader del Movimento 5 Stelle: “Serve subito approvare una legge per spezzare il legame tra la politica e la RAI. Il M5S ne ha già una depositata, che siamo pronti a discutere” Di Maio poi prosegue “La tv pubblica è dei cittadini, che pagano il canone, non dei politici. È ingiusto che paghino per tenerla in piedi cosìO approviamo la nostra legge a firma Liuzzi oppure tagliamo il canone agli italiani“.

Di Maio, inoltre, confessa che la riforma RAI è nel contratto di governo (precisamente nell’ultimo capoverso del punto 27). L’obiettivo del Presidente del Consiglio dei ministri è far sì che la politica resti fuori dal servizio pubblico. In alternativa, Luigi Di Maio propone di abbattere il canone televisivo. Un aut aut che mette spalle al muro i dirigenti della televisione pubblica.

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI SALVINI SULLA RAI

È giusto eliminare la politica dalla televisione?

Negli anni Settanta la politica faceva il suo ingresso (prepotente) nella televisione italiana. La notizia fece storcere il naso a molti politici di allora, ma gli stessi nel corso degli anni si sono abituati e la televisione è diventata spesso uno strumento di propaganda più che un mezzo di informazione.

Secondo gli ultimi sondaggi, una grossa fetta del popolo italiano si informa attraverso la televisione (pubblica e privata). Telegiornali e talk show sono divenuti il pane quotidiano degli italiani.

Non sempre l’informazione veicolata è trasparente, ma i dati dimostrano che il piccolo schermo è lo strumento principale di informazione per quasi tutti gli italiani. Per costruire il Paese (e, ahinoi, ce n’è ancora bisogno) bisogna avere un popolo informato. Togliere la politica dalla RAI, dunque, non sarebbe il massimo.

mm
Diplomato al Liceo classico, frequento il terzo anno del Cdl in Lettere moderne. Sono Giornalista pubblicista da aprile 2017 e scrivo principalmente di calcio, anche se in passato mi sono occupato molti di spettacolo, gossip e TV. Scrivere è più che una passione per me e spero che mi seguiate in tanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here