La Fiction Rocco Schiavone a rischio chiusura?

rocco schiavone

Non ha avuto il tempo di cominciare che già piovono voci di probabile cancellazione. Sto parlando della nuova serie poliziesca targata Rai 2, con protagonista Marco Giallini.

In onda su Rai 2

La fiction è andata in onda col suo primo episodio “Pista nera” mercoledì 9 novembre e ha avuto buoni ascolti. I telespettatori infatti si sono divisi più o meno equamente tra Rocco Schiavone e Nome in codice Solo, la nuova serie di Canale 5 con Marco Bocci.

E allora perché si parla di rischio chiusura per la fiction tratta dai romanzi di Antonio Manzini?

Tre noti politici italiani hanno fatto richiesta di sospenderla per la seguente motivazione: secondo loro dà un messaggio sbagliato in quanto il personaggio protagonista fa uso di cannabis. A loro parere questo darebbe un’immagine distorta delle forze dell’ordine italiane.

Ecco a voi il comunicato che si può leggere sull’agenzia giornalistica AgenPress:

I senatori Giovanardi, Quagliariello (IDEA Popolo e Libertà) e Gasparri (Forza Italia) in una interpellanza chiedono al Governo se corrisponde a verità che la Polizia di Stato abbia letto i copioni, non abbia patrocinato ma fornito i mezzi per la nuova serie tv…

… I senatori Giovanardi, Quagliariello e Gasparri infine chiedono quali sarebbero le conseguenze se membri delle Forze dell’Ordine intervenuti per sedare una rissa o effettuare un arresto, risultassero positivi all’uso della cannabis e chiedono un immediato intervento del Ministero per bloccare la messa in onda sulla tv di Stato di questa incredibile fiction.

Considerazioni

NON vedo il problema e NON condivido il pensiero e la richiesta assurda di questi tre signori. Quale spettatrice della serie, mi unisco a coloro che si esprimono dicendo: «pensassero a cose più serie i politici!»

Ok, Schiavone è un poliziotto sopra le righe, burbero, politicamente scorretto, fumatore incallito… ma è un PERSONAGGIO DI FINZIONE!

Non capisco tutto questo clamore in merito! Se ne vedono tante (e di peggio) in televisione… e allora che facciamo? Sopprimiamo tutte le fiction?

Confido in una risposta adeguata di chi di dovere.