Dietro l’epurazione di Giletti dalla Rai ci sarebbe Fazio

Massimo Giletti

Ormai i palinsesti Rai sono noti è sappiamo già che ci sono stati dei programmi completamente cancellati.

Mi riferisco a Torto O Ragione di Monica Leofreddi, il tribunale televisivo che per la verità non ha mai brillato in termini di ascolti, per cui il suo “destino” sembrava quasi scontato.

Di tutt’altra natura è invece la cancellazione di un noto programma: l’Arena di Massimo Giletti. Ormai una consuetudine per il popolo italico che da ben 13 anni nel pomeriggio del  dì di festa si sintonizzava su Rai Uno, registrando una media di share intorno al 22%.

L’Arena negli anni si è occupata delle tematiche più diverse: dal malcostume politico alle problematiche sociali. Alla malasanità e via  seguire.

Fabio Fazio, l’accusa: c’è lui dietro l’epurazione di Giletti

Nei corridoi di Viale Mazzini, si parla ancora moltissimo della promozione di  Fabio Fazio con un contratto di ben 12 milioni di euro-di cui si sta occupando anche la Corte Dei Conti per delle incongruenze evidenti -e l’epurazione di Massimo Giletti. Anche perché i due fatti potrebbero essere collegati.

Come anticipato da “Panorama” e “Dagospia” dietro l’epurazione di Giletti ci sarebbe proprio  il conduttore “sinistrorso” Fabio Fazio.  Evidentemente gli ascolti registrati dal collega “spaventavano” il “chierichetto” di Viale Mazzini che andrà in onda come saprete la domenica sera in prima serata. Lo stesso giorno di Giletti.

Certamente  quel 22 e passa per cento di share che L’Arena macinava ogni domenica pomeriggio rischiava di fare ombra alla nuova star (strapagata) di Raiuno. E’ pensiero di molti negli ambienti che Fazio abbia imposto una sorta di “Veto” contro il collega, che sicuramente brilla molto più di lui, per simpatia e dinamicità.

Il futuro di Giletti: riflessioni e cambiamenti

Detto questo, pare che la Rai continui a corteggiare Giletti offrendogli addirittura 12 prime serate al sabato sera  e il conduttore ha fatto sapere di non essere interessato a questo “contentino” seppur sostanzioso:

“La dignità non ha prezzo”

dichiara Giletti e tutti noi credo siamo d’accordo nell’appoggiare la scelta del conduttore. Non c’è nessun motivo plausibile per cui una trasmissione che ha uno share alto venga cancellata, se non qualche invidia di troppo.

Anche numerosi colleghi del mondo dello spettacolo si sono schierati a favore di Giletti: Fiorello, Mentana, Costanzo e altri.

CONDIVIDI