Alfonso Signorini vs Barbara D’Urso, ecco perchè

Alfonso Signorini

Gli scontri social, il botta e risposta a suon di post Facebook piuttosto che Instagram, per non parlare dei tweet che si rincorrono sul web,  sono prerogativa di quei ragazzi e ragazze, il cui sogno della tv, è la base di ogni loro azione, in nome di una visibilità sempre maggiore.

Per cui quando vi riportiamo gli “sfoghi social” di questo o quell’altro corteggiatore/ce di Uomini E Donne, o di qualche concorrente di Amici, è come dire, “normale amministrazione”.

Tuttavia se invece i protagonisti di un botta e risposta mediatico, sono due giganti della tv, che hanno abbondantemente superato gli anta, tutto assume una rilevanza differente.

Una guerra senza esclusioni di colpi

Come saprete, la popolare conduttrice di Pomeriggio 5 e Domenica live, è stata lo scorso sabato ospite del salotto bene di canale 5: Verissimo. In una lunga intervista rilasciata alla Toffanin, la D’Urso ha messo a tacere le voci che la vorrebbero ormai fuori dai giochi, per la conduzione del suo Domenica live:

Non è vero niente. Domenica Live è mia e lo rimarrà per sempre.

con queste parole la napoletana, reduce dai coloriti festeggiamenti per il suo compleanno aveva risposto alla conduttrice di Verissimo, e al contempo a  “a quegli stolti” che si interrogavano riguardo la prossima stagione tv immaginando l’arrivo di un altro conduttore(il nome che circolava è quello del suo competitor Massimo Giletti).

Eccovi il post social dell’intervista:

Alfonso Signorini attacca duramente Barbara D’Urso

Insomma. La Barbarella Nazionale aveva puntualizzato un po’ di cosucce. Tuttavia, archiviata la querelle pubblica con la contessa Marisela Federici avvenuta in diretta, stavolta a tuonare contro di lei è Alfonso Signorini, che attraverso un editoriale su Chi le ha ricordato in maniera anche spicciola e dura,  che non è né eterna né insostituibile:

Io non entro nel merito della suprema bravura o della cialtroneria della conduttrice […] Vorrei ricordare che il concetto di proprietà di un programma è quanto di più antidemocratico possa esistere.

Intanto perché un programma non è solo di chi lo conduce, ma anche (se non soprattutto) di chi lo fa, a cominciare dagli autori […]

vorrei ricordare alla signora D’Urso che la tv non è di nessuno, che la storia del piccolo schermo è piena di volti che si sono accesi e che si sono spenti nel giro di poco, pochissimo tempo.

Qualcuno, poi, come lei, è più bravo di altri, porta a casa gli ascolti (i veri e unici padroni del palinsesto) e resiste nel tempo, ma nulla è per sempre”.

Dal tono delle parole di Signorini, si evince che la sicumera con cui la D’Urso ha dato per scontato, che fosse una sorta di highlander della tv, non lo ha gradito affatto !!

Tanto che ha continuato dicendo:

Anche quando passi sette giorni su sette in uno studio tv, si corre il rischio di avere seri problemi di connessione con la realtà.

Nella mia vita ho conosciuto tante persone talmente convinte della loro eternità che hanno sacrificato l’amore dei figli, l’amore di un compagno, il rispetto della propria dignità in nome del successo e che oggi sono cadute nell’oblio. Come è giusto che sia”.

E voi da che parte state? diteci la vostra!! Approvate ciò che dice Alfonso Signorini, oppure difendete la D’Urso?

CONDIVIDI
Articolo precedenteAlberto Angela e l’addio alla Rai: l’appello dei fan su Twitter
Prossimo articoloUomini e Donne: Alex Adinolfi racconta la sua verità sul trono di Rosa
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..