Addio a Fabrizio Frizzi. Morto nella notte per una emorragia cerebrale, il mondo dello spettacolo in lutto

Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi, il noto volto Rai che temtpo fa aveva avuto un malore, poi rientrato, stavolta non ce l’ha fatta: è morto nella notte all’ospedale Sant’Andrea di Roma, in seguito ad una emorragia cerebrale.

La Famiglia distrutta dal dolore ne ha dato notizia, la moglie Carlotta Mantovan dalla quale Frizzi ha avuto una figlia, Stella e il fratello Fabio.

Anche la Rai azienda per cui ha lavorato Fabrizio ha commentato la notizia con queste parole: “Grazie Fabrizio per tutto l’amore che ci hai donato”. “Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano

Lutto nel mondo dello spettacolo: Fabrizio Frizzi ci ha lasciato

Il 5 febbraio aveva compiuto 60 anni e la sua forza d’animo e il suo coraggio nell’affrontare la malattia erano stati fenomenali, soprattutto per amore della figlia Stella e della Moglie Carlotta.

Tuttavia nonostante abbia combattuto come un leone, il dolce Fabrizio non ce l’ha fatta. Uomo per bene, mai una parola fuori posto, educato, gentile e professionale lascia un vuoto immenso non solo per i familiari e i colleghi che gli hanno voluto bene, ma anche per il suo pubblico che lo piange in silenzio.

Quel malore che lo aveva colpito a ottobre negli studi del quiz de “L’eredità” era stato un campanello d’allarme e anche lo stesso Frizzi quando si riprese fece sapere:

Sto combattendo, non è ancora finita. Ogni tanto, com’è normale, qualche momento di sconforto può esserci”, spiegava “ma l’affetto della famiglia, del pubblico e degli amici è una luce che illumina tutto. La vita è meravigliosa”.

Fabrizio Frizzi: il mondo dello spettacolo in lutto per la sua scomparsa

Frizzi dopo i malore avuto ad ottobre, era tornato a dicembre alla conduzione de L’eredità il programma che conduceva a staffetta con Carlo Conti nell’ access time di Rai 1.

“L’Eredità è una gioia, fa bene anche al fisico – scherzò con Vincenzo Mollica annunciando il suo ritorno sugli schermi -. L’adrenalina sento che mi aiuta a stare meglio”.

Parlando della malattia disse:

“Non è ancora finita. Se guarirò – sottolineò – racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò testimone della ricerca. Ora è la ricerca che mi sta aiutando”.

Numerosi i messaggi di cordoglio dei colleghi e degli amici di Fabrizio Frizzi, anche il direttore di Rai 2 Andrea Fabiano lo ricorda con queste parole:”Garbo, ironia, autoironia, scrupolosità, umiltà, semplicità, umanità, serenità, sensibilità, attaccamento alla vita Sono solo alcune delle cose che ci hai donato. Un abbraccio affettuoso a te e alla tua famiglia. Ciao ciao”

Addio Fabrizio, che la terra ti sia lieve…

CONDIVIDI