SKY: novità non piacevole per gli abbonati, aumenti in arrivo!

sky

Non ci sono buone notizie per gli abbonati SKY. Come comunicato dalla stessa Sky sul suo sito è in arrivo un cambiamento sul metodo della fatturazione delle bollette che non piacerà ai tanti abbonati della tv a pagamento.

Il comunicato di Sky

A partire dal 1° ottobre 2017 tutti gli abbonati alla pay tv si vedranno recapitare le bollette non più ogni 30 giorni, ma ogni 28. Ciò significa in parole povere che le bollette da pagare non saranno più 12 bollette, bensì 13. Cambia dunque la periodicità di fatturazione per Sky.

Ecco quanto si legge sul sito di Sky:

Se benefici di una o più promozioni attive, il costo dell’abbonamento sarà calcolato e fatturato ogni 4 settimane ma ti sarà garantito il mantenimento delle condizioni contrattuali sottoscritte per tutta la durata della promozione.

Al fine di continuare a garantire un servizio completo e sempre più innovativo, in un contesto competitivo e in forte evoluzione, Sky introdurrà un modello di offerta commerciale già utilizzato da altri operatori in diversi settori.

Una rivoluzione che comporterà dunque un aumento per gli abbonati che pagheranno alla fine dell’anno na bolletta in più e ciò implicherà un conseguente incremento del costo dell’abbonamento pari all’8,6% su base annua.

Cliccate qui sotto per collegarvi al sito di Sky e leggere il comunicato di modifica della periodicità delle fatturazioni:

Le proteste degli abbonati di Sky

sky

Una vera e propria doccia gelata per gli abbonati che una volta conosciuta la novità, hanno richiesto a gran voce l’intervento della AgCom.

Con una delibera ha vietato alle compagnie di emettere bollette ogni 28 giorni piuttosto che su base mensile. Ma la stessa non è attuabile per Sky, vale solo per le compagnie telefoniche.

La piattaforma di Murdoch, dunque, non viola alcuna regola modificando unilateralmente il piano dei propri utenti. La delibera AgCom, in questo caso specifico, non trova campo di applicazione.

Come recedere da Sky

Se non vorrete sottostare alla modifica apportata da Sky e subirne gli effetti, potrete recedere dal proprio piano di abbonamento senza incorrere in alcuna penale.

Basterà comunicarlo a Sky entro il 30 settembre 2017 attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno da inviare a Sky – Casella Postale 13057 – 20141 Milano e specificare come oggetto: “Modifica delle condizioni contrattuali”.

Non sarà applicato alcun costo di rescissione agli utenti che decideranno di far valere il proprio diritto di recesso entro i termini previsti.

CONDIVIDI