Ora legale news: domenica 26 marzo 2017 spostiamo le lancette!

ora legale

La primavera è arrivata, le belle giornate anche e presto torna l’ora legale. Domenica 26 marzo 2017 le lancette dell’orologio dovranno essere spostate avanti di un’ora. Speriamo di ricordarci tutti di farlo, soprattutto chi deve rispettare gli orari! Dormiremo quindi un’ora in meno e potremmo anche avere qualche disturbo transitorio. Niente paura, si tratta di qualche giorno, in seguito tornerà tutto alla normalità.

Domenica 26 marzo 2017 torna l’ora legale

Ricordiamo per i pochi che non lo sapessero che domenica 26 marzo 2017 si torna all’ora legale. Precisamente nella notte tra sabato 25 e domenica 26 c.m., dovremo portare le lancette degli orologi avanti di un’ora. Dormiremo un’ora in meno ma godremo di un’ora di luce in più alla sera. Si passerà  dall’ora solare a quella legale alle 2 di notte.

Naturalmente ci saranno orologi che si aggiorneranno automaticamente, altri su cui dovremo agire manualmente. L’ora legale è stata introdotta per il risparmio energetico. Avendo a disposizione più luce infatti ci servirà meno illuminazione. Nei primi giorni però al mattino ci sarà più buio.

Ora legale proposta di Benjamin Franklin

Attraverso una lettera che scrisse nel 1784 a un giornale di Parigi arrivò la proposta dell’ora legale da Benjamin Franklin. Non ebbe vita facile, l’ora legale fu abolita e nuovamente introdotta. L’ultima introduzione avvenne nel 1966, anno in cui la crisi energetica costrinse a studiare una strategia per risparmiare l’energia.

Fino all’anno 1980 rimase in vigore per 4 mesi, da maggio a settembre. Dall’anno 1981 il cambio da ora solare a quella legale avviene l’ultima domenica di marzo. Infine dall’anno 1996 il passaggio dall’ora solare a quella legale avviene con uguali tempi, escludendo ovviamente i fusi orarifusi orari  e modalità tra tutti gli stati dell’Unione Europea.

Ora legale: effetti sulla salute

Al di fuori dell’unione europea, si sta ancora discutendo sulla validità di questo sistema di risparmio energetico. Negli Stati Uniti l’ora legale, chiamata DST, Daylight Saving Time, “risparmio diurno di luce” è in vigore dal 12 marzo. Il cambio orario crea uno stress  temporaneo. L’ ora di meno in cui si dorme e il cambiamento porta a malesseri.

I propri orari biologici vengono infatti “scombussolati”. Saranno però effetti transitori, inoltre potremo godere di un’ora in più di luce solare, che ricordiamo è fonte di vita. Gli esperti consigliano di bere molta acqua e di abituarsi al nuovo orario gradatamente. In ogni caso ogni organismo è diverso dall’altro, quindi non è detto che per tutti ci saranno “disagi”.

CONDIVIDI