Non è la Rai compie 25 anni – la festa di compleanno durerà 16 ore

Ma com’è bello qui, ma com’è grande qui, ci piace troppo ma… Non è la Rai!

Chi non si ricorda questa famosissima sigla?!?

Correva l’anno 1991 quando fece capolino la prima trasmissione di intrattenimento quotidiano in diretta lanciata dalle reti Fininvest, diventata subito un programma cult. Stiamo parlando ovviamente di Non è la Rai, che ci ha tenuto compagnia per 4 anni. E quale adolescente, come me in quegli anni, non l’ha amato (o odiato)?… Il successo è stato strepitoso, come pure le critiche e le provocazioni (indimenticabile la canzone Rewind di Vasco Rossi e la polemica sull’auricolare di Ambra).

La trasmissione, ideata e diretta da Gianni Boncompagni, vedeva una miriade di ragazze (per lo più adolescenti) che si scatenavano sul palco dello studio 1 del Centro Safa Palatino di Roma, intrattenendo il pubblico a casa con canti, giochi, balletti e quiz telefonici.

La prima conduttrice del programma fu Enrica Bonaccorti (1991-1992 Canale 5), seguita da Paolo Bonolis (1992-1993 Canale 5). Le ultime due edizioni furono assegnate all’allora sedicenne Ambra Angiolini, già protagonista della trasmissione, durante le quali ci fu uno “spostamento” a Italia 1.

Non è la Rai fu un distributore di piccoli-grandi talenti, adolescenti divenute famose (chi più chi meno) per le loro doti canore o di recitazione. Ricordiamo qualche nome: oltre alla già citata Ambra Angiolini ( bravissima attrice e conduttrice), troviamo Miriana Trevisan, Laura Freddi, Antonella Elia, Antonella Mosetti, Alessia Mancini, Veronika Logan, Yvonne Sciò e ancora Nicole Grimaudo e Romina Mondello ( che abbiamo visto recitare principalmente in fiction), le simpaticissime Lucia Ocone ( interprete di commedie soprattutto) e Sabrina Impacciatore, protagonista di  commedie ma anche comparsa in film drammatici tra i quali La passione di Cristo di Mel Gibson, nel quale recitò assieme alla “collega”  Claudia Gerini, sicuramente divenuta la più famosa tra le tante fanciulle di Non è la Rai.

Per festeggiare i 25 anni passati da quel lontano settembre 1991 la Mediaset ha deciso di proporre una maratona di 16 ore nella quale potremo rivedere il meglio delle 4 edizioni, arricchito da interviste alle protagoniste e dall’ Uno contro tutti di Ambra al Maurizio Costanzo Show del 1997.

Questo il regalo per gli adolescenti di allora-adulti di oggi, e per tutte le mamme e i papà, le nonne e i nonni fan di Non è la Rai.

E allora, per chi ha voglia di rituffarsi negli anni ’90, l’appuntamento è per domenica 12 giugno su Mediaset Extra dalle 10.30 del mattino fino notte inoltrata!

Buona visione!