Non è L’Arena, la verità di Asia Argento sulle accuse di Jimmy Bennett⎜VIDEO

asia argento - non è l'arena

Asia Argento a Non l’Arena di Giletti si è difesa da tutte le accuse, tra cui quelle di Jimmy Bennett: “contro di me tutte falsità”

Ospite di “Non è l’Arena” di Massimo Giletti, Asia Argento ha detto la sua verità rispondendo a tutte le accuse ricevute in tutti questi mesi. L’attrice e regista si è confessata  raccontando la sua versione dei fatti sul caso Jimmy Bennett. Ecco cosa ha detto.

Asia Argento su Jimmy Bennett: “mi è saltato addosso”

Ad una settimana dall’intervista di Jimmy Bennett a Non è l’Arena di Giletti, Asia Argento ha accettato l’invito del conduttore di La7 per replicare alle pesanti accuse. L’attrice si è raccontata così per la prima volta in tv dopo le pesantissime accuse di molestie ricevute lo scorso 19 agosto 2018 dall’ex attore prodigio di Hollywood. Accuse pesantissime, una tra tutte quella di essere chiamata “pedofila”. Parole che hanno ferito nel profondo Asia come ha dichiarato:

Uno stigma, non so nemmeno come riesco a stare in piedi. Non sono sola, ho i miei figli che hanno sofferto tantissimo. Per evitare il bullismo, prima che l’opinione pubblica iniziasse a cambiare idea su di me grazie a X Factor, ho mandato mio figlio a vivere negli Stati Uniti con il padre”.

L’Argento ha poi ricostruito nel dettaglio l’incontro con Bennett in quella camera del Ritz Carlton di Marina del Rey di Los Angeles. A differenza del suo accusatore l’attrice è stata parsimoniosa e precisa fornendo dettagli finora mai rivelati. Ecco le sue parole.

Asia Argento a Non l’Arena ricostruisce l’incontro con Jimmy Bennett

Per me era come un figlio perduto. ‘Verrò a Los Angeles’, mi disse. Mi chiese di studiare un copione come ai vecchi tempi ma lui arriva e non l’aveva neanche portato. Non sapevo che fosse minorenne, pensavo fosse diciottenne perché me lo aveva anche detto. Non è vero ci fosse un accompagnatore, è salito da solo e aveva anche sbagliato ascensore, lo vedo ed è entrato un uomo, ecco perché gli ho preso il viso – sì quello è vero – perché aveva la barba, non lo riconoscevo.

Aveva sguardo vitreo, come tanti ragazzi che dopo i 13 anni non lavorano più, problemi con i genitori, li ha anche denunciati, mi ha messo tristezza. Gli ho proposto un piccolo ruolo in un film indipendente; è lì che si illuminò e ci abbracciammo: lui, con ormoni da ragazzo, è impazzito. E’ difficile raccontare, rido ma è anche una cosa traumatica.

Questo mi ha congelata mi è saltato addosso mi ha messo di traverso sul letto, ha fatto quello che doveva fare senza preservativo, sarà durata due minuti… come un coniglio. Io gli ho detto: ‘Come ti è venuta questa cosa?’ E lui: ‘Eri il mio sogno’. E si è fatto questo selfie… Io non ho reagito perché era impensabile, tutto pensavo tranne che questa cosa. Ho provato le stesse sensazioni di quando mi stuprò Weinstein.

Asia Argento su X Factor: “Vorrei tornare a X Factor, riappropriarmi della mia vita”

Una versione differente quella di Asia Argento rispetto alla verità di Jimmy Bennett che la scorsa settimana ha confermato la sua tesi: “Asia mi violentò”.

L’attrice è tornata poi a parlare di Weinstein, il produttore statunitense accusato da ben 183 donne di molestie ed abusi sessuali. Asia ha sottolineato come dopo lo stupro subito non ha mai più incontrato né lavorato con il produttore americano; anzi, stando a quanto detto dall’attrice, era lui a cercarla e a raggiungerla sui red carpet con il suo fotografo personale.

Su quanto scritto da Farrow sul New York Times, l’Argento ha detto:

Ecco come il giornalismo può rovinarti. E non ho mai lavorato più con lui dopo lo stupro. Mi è saltato addosso, non è nemmeno un adone, come si vede da questa foto. Ho sentito che mi ha rubato la mia innocenza, di ragazza, in quel senso lui ha vinto“.

Sul finale l’Argento è scoppiata in un pianto liberatorio parlando della sua famiglia, dei suoi figli e della recente scomparsa del suo compagno Anthony Bourdain. In lacrime, l’attrice ha lanciato un vero e proprio appello: “Voglio tornare a X Factor e riappropriarmi della mia vita e del mio lavoro. Contro di me tutte falsità. I miei figli sono fieri di me e l’Italia mi vuole: non ho fatto nulla di quello di cui sono stata accusata“.

Ad avvalorare la sua richiesta anche Massimo Giletti che ha fatto il nome di Andrea Zappia, Amministratore Delegato della pay tv:

Sono convinto che sia un errore assoluto togliere Asia da X Factor. Chi deve decidere che ci pensi bene.

Il video completo lo trovate qui.

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here