Lo chef Mario Batali accusato di molestie sessuali. Le sue dichiarazioni

Mario Batali

Dopo il caso Weinstein, il produttore accusato di molestie sessuali c’è stato un fiorire di “accuse” ai danni di importanti registi: Fausto Brizzi, Giuseppe Tornatore, ed altri.

Le starlet, le attrici, le troniste e altre donne hanno trovato il coraggio di “denunciare” le molestie (anche se chissà perché arrivano sempre tardivamente) Dal polverone mediatico sono stati toccati anche gli chef che spesso vediamo in tv a dispensare i loro preziosi consigli culinari.

E’ il caso di Mario Batali, italo americano che con Joe Bastianich gestisce più di 20 ristoranti nel mondo.

Molestie, anche lo chef Batali accusato da quattro donne

Lo chef Mario Batali, è stato accusato di molestie sessuali da quattro donne. A riportare la notizia due principali testate americane: “Eater New York” e “The Hollywood Reporter” che accusano lo chef di aver avuto un comportamento poco consono per quasi venti anni.

Lo chef è uno tra i più famosi negli Stati Uniti ed è anche un personaggio televisivo in quanto alla conduzione di un programma sulla Abc dal titolo “The Chew”. Inoltre è autore di diversi libri sul settore ed è proprietario di parecchi ristoranti, tra cui il “B&B Hospitality Group“, di cui è socio con Joe Bastianich.

Mario Batali chiede scusa e chiude tutte le sue attività

Mario Batali dopo essere stato accusato decide di rompere il silenzio e fare le seguenti dichiarazioni:

Chiedo scusa a chi ho trattato male e ferito anche se l’identità delle persone che mi hanno denunciato non mi sono state rivelate, la maggior parte dei comportamenti descritti rispecchiano i modi in cui ho agito.

È stato un comportamento sbagliato e non ci sono scuse. Mi prendo tutte le responsabilità e chiedo scusa per il dolore e l’umiliazione che ho causato.

La “Batali & Bastianich Hospitality Group” ha fatto sapere che, dopo un accordo congiunto, lo chef si allontanerà volontariamente dalla gestione della società.

La carriera di Mario Batali

Batali nasce a Seattle da Marilyn, una franco-canadese, e Armandino Batali, un ingegnere italoamericano. Secondo alcune ricerche i suoi avi materni aprirono un negozio di alimentari già nel 1903. Durante il college lavora come lavapiatti e pizzaiolo in diversi ristoranti e, dopo un breve periodo vissuto in Spagna, torna negli Stati Uniti e si laurea nel 1983 in lingua spagnola, teatro ed economia.

Lavora poi come assistente e secondo Chef in diversi ristoranti di tutto il mondo, come Londra e Parigi. Nel 1989 lavora presso un ristorante di Borgo Capanne, in provincia di Bologna, dove perfeziona l’arte culinaria italiana.

Diventa ben presto un affermato gastronomo e ristoratore, grande esperto della storia e della cultura della cucina italiana, anche quella regionale. Nel 1993 apre il ristorante “Po” e nel 1998 il “Babbo Ristorante e Enoteca” di New York insieme a Joe Bastianich (figlio di Lidia Bastianich), col quale aprirà in seguito diversi ristoranti.

Oggi è coproprietario di diversi ristoranti a New York, Las Vegas, Los Angeles e Singapore, scrive libri di cucina ed è anche un personaggio molto ricercato dai vari talent show culinari. Inoltre nel 2016 ha cucinato per l’ultima cena di Stato del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama che ha visto ospite il premier italiano Matteo Renzi.

CONDIVIDI