Intervista esclusiva a Lisa, vincitrice di Ora o Mai Più: “Sono una guerriera.. Il plagio? Non c’è! E’ da denuncia”

lisa intervista

Intervista a Annalisa Panetta in arte Lisa

“Sempre, Sempre quasi fino a diventare niente… solo amore se è amore questo buio a cui non ci si abitua mai, questa luce dell’anima, che nessuno può comprendere all’infuori di te…”

Le ricordate queste parole? Come poterle dimenticare? Sono di un testo musicale meraviglioso cantate da un’artista strepitosa che è tornata prepotentemente alla ribalta grazie alla partecipazione del programma musicale Ora o mai Più, condotto da Amadeus su Rai 1, al venerdì sera.

Ci riferiamo naturalmente a Lisa, all’anagrafe Annalisa Panetta che venerdì 29 giugno è riuscita a vincere la finale del talent musicale che ha basato il format sul riportare in auge otto “meteore” della musica italiana cercando di dare una seconda chance agli artisti in gara!

Lisa dopo il terzo posto del Sanremo del 1998 con il brano Sempre conquista il mercato Francese, “coverizzata” da grandi artisti internazionali quali Josh Groban per il brano Oceano, incide quattro album.

Da pochi giorni è invece uscito un nuovo inedito, titolato “C’era Una volta” a cui seguirà un album.

Ha ricevuto i complimenti da artiste come Celine Dion e Barbra Streisand per le sue indiscusse qualità canore che ha dimostrato anche nel corso di Ora o Mai Più di cui ha vinto tre puntate: le prime due, e la finale!

L’impatto con il pubblico che l’ha vista tornare a calcare le scene è stato devastante, chiaramente in positivo: una sequela di emozioni ha inondato la sala, una standing ovation di parecchi minuti e lacrime a profusione.

Senza considerare che la sua storia personale – è riuscita a sconfiggere un tumore al cervello – ha reso la tempra di una donna apparentemente fragile, una guerriera.

Insomma, questa ragazza emoziona e arriva dritta all’anima, quella stessa anima di cui parla il suo testo più famoso.

Intervista a Lisa

Lisa intanto complimenti per la vittoria ad Ora o Mai Più… Ti aspettavi di vincere? E che effetto ti ha fatto vedere l’approvazione del pubblico così coinvolto e visibilmente emozionato?

Non mi aspettavo assolutamente la vittoria anche perché quando sono arrivata alle prime due in cima ho detto: “Wow, e adesso? Sarà vero?” No ci potevo credere!! Per cui quando mi hanno proclamata vincitrice, sono saltata come un grillo su uno dei miei colleghi, in braccio proprio!!

In ogni caso il programma è stato una roba meravigliosa e la gente mi ha accolta con un affetto pazzesco. Del resto ho avuto sempre un grandissimo seguito, e un affetto immenso nel corso degli anni ma lì c’è stato proprio un’esplosione.

lisa
Foto credit: Kenzo Photographer

Che ambiente si è respirato a Ora o Mai più? Dalla tv si percepiva una solidarietà e un affetto sincero tra voi partecipanti. E’ realmente così oppure c’è qualche invidia di troppo? E con i coach si respirava la stessa armonia?

No no…ci menavamo, ci davamo un sacco di botte, ci tiravamo i capelli, ci insultavamo. Non ci sopportavamo proprio!! (ovviamente è molto ironica). In realtà la verità è che c’è stato un feeling tra tutti noi e abbiamo subito creato famiglia. Poi ognuno di noi sa quello che ha provato, io parlo per me personalmente, sono stata felicissima di aver incontrato delle persone meravigliose e di aver dato veramente spazio nella mia vita a loro perché abbiamo familiarizzato, andavamo a mangiare assieme a pranzo, cena e colazione, c’era un confronto fra noi colleghi… i coach? Secondo me tra di loro si massacravano … Cioè la vera gara secondo me, non so se l’avete notata era tra i coach.

Se ne dicevano di cotte e di crude … (Ride è molto simpatica e ironica) ognuno cercava di portare a sé l’acqua al proprio mulino.

Come coach hai avuto Marco Masini, lo conoscevi come artista? Ci è apparso uno abbastanza dritto nei suoi insegnamenti e nelle sue dichiarazioni. Ti ha detto da subito: “se devi rimetterti in gioco non puoi pretendere di cantare come cantavi vent’anni fa, perché il mercato musicale è completamente differente”. Cosa hai pensato?

Ho pensato che una personalità non si potrà mai cambiare. E io sono giovane per cui…Sto dietro ai tempi per forza di cose. Queste parole mi hanno fatto sorridere perché in effetti sono troppo giovane per non stare dietro i canoni dei tempi… Non so se avete colto l’espressione del mio viso!

Le accuse di Plagio della Bertè

Io aggiungo che era piuttosto indecifrabile e sempre con il sorriso sulle labbra, anche quando la Bertè l’ha massacrata accusandola di plagio.

E Lisa risponde Così:

Se tu mi parli di Plagio – riferendosi alla Bertè – non c’è proprio motivo di risponderle, perché il plagio non c’è. Insomma se il plagio non esiste ma cosa dovevo risponderle a fare? Lasciava il tempo che trova una eventuale risposta.

Vabbè lasciamola parlare, ho pensato, infatti poi altri hanno parlato per me.

Le note sono sette. E il plagio è una cosa molto grave. Significa che tu hai copiato tutto dall’inizio alla fine. E non è così.

Sicuramente ci sono rimasta molto male perché lei il giorno prima aveva rilasciato anche delle interviste in cui dichiarava che avrei dovuto vincere io il programma. Poi lì per gioco doveva vincere lei, nemmeno Canino, ma Lei e addirittura doveva andare in classifica il brano di Loredana e non quello di Canino, è già c’è da ridere in questo.

E ci sono rimasta male perché nel plagio, vuol dire che tu stai copiando dalla prima all’ultima nota un altro brano. E non esiste una cosa del genere. Una canzone può rievocare qualcos’altro perché emotivamente e nostalgicamente ti può riportare ad altre mille cose, come la vita, e allora anche la vita è un plagio? Le note sono sette!

Avrei voluto e mi sarei aspettata delle scuse da parte di Loredana(Bertè) che non sono mai arrivate… Il termine Plagio è grave è da denuncia.

Però vabbè. Aldilà del mio rimanerci male la gente è intelligente ha visto, ha sentito, ha ascoltato il brano e ha capito che non c’è nessun plagio.

E ritornando a Masini, al suo coach, aggiunge:

Con Masini abbiamo due vedute diverse: io sono abbastanza passionale e lui è un “freddo” nonostante i pezzi impegnativi che canta. Però l’ho seguito, certo.

I suoi consigli sono stati fondamentali anche perché è una persona molto più adulta di me, per cui il suo bagaglio culturale è immenso e c’è molto da apprendere…ha sicuramente molta più esperienza di me, quindi si può solo che imparare!

Non ho snaturato me stessa: tant’è che lui mi diceva di non fare i vocalizzi e poi invece me li faceva fare… in definitiva mi lasciava libera di esprimermi e poi ripeto, io per forza di cosa seguo i tempi, perché sono di questi tempi.

Molti sperano di vedervi in un duetto a Sanremo 2019.  E’ un’ipotesi che metti in conto o con Sanremo hai chiuso?

A me piacerebbe assolutamente tornare a Sanremo e anzi ti dico che quest’anno Mi presenterò (magari con la Bertè aggiungo io).

E lei: beh non sarebbe male, perché la Bertè la stimo tantissimo, ecco perché ci sono rimasta male, per me è un’icona è veramente formidabile e a me piace moltissimo, a prescindere dalla battuta fuori luogo. Ecco perché ci sono rimasta male, ripeto, altrimenti la cosa mi scivolava.

In ogni caso a Sanremo mi presenterò poi non so cosa succederà!

Il tuo pezzo “Sempre” è molto cantato soprattutto ai provini dei talent, dai ragazzi che vogliono parteciparvi. Che effetto ti fa sapere che molti ragazzi lo prendono di esempio?

Ma guarda io sono felicissima, anche perché nel corso degli anni molta gente sia in Grecia, in Spagna, in Francia, in America è ancora così come in Italia mi mandano i video con le mie canzoni da “Sempre” a “Oceano” “Vivre ici”,” Per non pensare ancora te”.

Addirittura dalla Cina. E se tu vai su Your Tube trovi il video di una cinese che canta in Teatro “E Non Pensare ancora a te”.

Nel corso degli anni ho sempre ricevuto messaggi o video di ragazzi appunto che portavano o portano le mie canzoni ai provini o nei vari concorsi, e la cosa mi riempie di gioia, mi lusinga, onorata proprio!

Perché vuol dire che dall’altra parte è arrivato un messaggio molto forte e importante Quindi io sono sempre stata felice quando c’è da parte dei ragazzi questa voglia di interfacciarsi con me e i miei brani.

Hai avuto una battuta d’arresto nella tua carriera a causa della tua malattia. Hai dichiarato che tra i tuoi sogni c’è quello di avere un figlio: carriera o famiglia? Rinunceresti alla tua carriera futura in nome dell’amore?

L’ho fatto in un certo senso all’inizio prima della mia malattia, nel senso che nel 2005 e 2006 insomma, questo è il periodo, avevo deciso con il mio fidanzato di avere un bimbo per cui pensavo che dall’altra parte fosse veritiera questa cosa. Insomma pensavo che anche il mio compagno veramente volesse questa cosa e invece non è stato così. Ed è stata una grande delusione.

Ma non ho mai pensato di accantonare la mia carriera, perché non ce n’è bisogno. Il mio desiderio più grande è più forte sarebbe stato quello di cantare con in grembo un bambino.

Pensa che cosa meravigliosa poter condividere un evento straordinario così, io che sono una romantica, una smielata, sarebbe stato il top.

Purtroppo una grande delusione e lì per lì pensavo che ciò che mi portava questo malessere fosse proprio il dispiacere, non pensavo mai e poi mai che potesse essere una malattia così terribile.

Una malattia straziante perché poi, di fronte ad un male così devastante non puoi fronteggiare e dire “no aspetta che adesso vado a fare il mio lavoro” mentre il resto si. Lo accantoni e vai avanti per la tua strada.

Ma assolutamente non c’è bisogno di rinunciare né all’amore né al lavoro perché quando una persona ti vuole bene ti segue nel tuo lavoro e viaggia assieme a te.

Mi auguro di poterlo realizzare prima o poi perché purtroppo ci sono delle problematiche che mi trascino dietro dalla mia malattia e non so se potrò coronare il mio sogno di maternità.

Il rapporto con Dio e la Fede

Hai sempre dichiarato di essere molto credente e per uscire fuori dalla malattia ti sei aggrappata alla fede alla tua famiglia che è il tuo vero supporto, oltre al tuo pubblico. In questo periodo della tua vita cosa chiederesti a Dio? O di cosa lo ringrazieresti?

Lo ringrazio assolutamente. Non chiedo sempre. E’ giusto anche ringraziare. Ma io lo ringrazierò sempre, così come l’ho ringraziato durante la mia malattia. Perché ogni cosa che noi viviamo è comunque qualcosa che ci dà forza, ci porta avanti, ci sprona, ci spinge oltre noi stessi per assurdo che sia…

Lo ringrazierò sempre per avermi dato la possibilità di esistere, perché esserci in questo mondo è un cosa meravigliosa non per tutti purtroppo…Non tutti hanno la possibilità di godere di questa vita con la sua “altalena” di momenti belli e brutti, però va bene così perché nulla accade per caso.

Noi non siamo unici e speciali, per cui non possiamo pensare di esistere per sempre. Questo è un mondo che ci ospita, dobbiamo rendercene conto e questo deve darci lo stimolo per migliorarci e vivere in pieno, giorno dopo giorno.

Ecco perché quando mia hanno proposto “Ora o Mai Più” ho detto… Wow!!!

Il nuovo singolo “C’era una Volta” già in vetta alle classifiche

Parliamo di “C’era una volta” tuo nuovo inedito…  A cui seguirà un CD, è corretto? Che disco è? Sbirciando tra le tue storie social affermi che questo sarà un disco che porterà una Lisa Diversa. Vuoi spiegarci in che senso? Siamo abituati a delle sonorità melodiche e dolci, dobbiamo aspettarci un sound diverso: più rock, più blues, più, pop… raccontaci! Incuriosiscici!

Il 10 luglio in tutte le edicole uscirà l’album di Ora O Mai Più che è una compilation di brani, di cover che avete ascoltato nel programma più due miei inediti: “C’era una volta” e “Fatti Viva” poi ci saranno tutte le cover anche degli altri colleghi.

Tuttavia, io sto già lavorando ad un nuovo album, ai live che mi vedranno presente da prestissimo fino a che Dio vorrà e poi ci sarà tanta televisione e insomma tutto quello che fa parte di questo nostro ambiente. Ma ci tengo a specificare che Io Non Posso Ripetermi, e sicuramente in questo senso ci sarà una nuova Lisa.

Una Lisa più consapevole ma sempre romantica, attenta, rispettosa, cioè la Lisa di Sempre ci sarà comunque ma con vesti diverse: sonorità più fresche, le sonorità che comunque mi stanno accompagnando durante questa mia vita.

Non aspettatevi una seconda Sempre, una seconda Oceano perché quelle già ci sono e non si rinnegano. Ma non potrei ripetermi. Sarebbe banale, stupido e sciocco.

“C’era una volta” già lo dimostra è un brano dinamico ma nello stesso tempo romantico, per cui non volto le spalle a me stessa. Ma do peso alle parole perché se tu analizzi il testo del brano è molto forte e impegnativo.

Parla di questo amore, di questa voglia di rimettersi in gioco, della paura di affrontare il sentimento, dopo tanto tempo tante cose possono cambiare all’interno di una storia e invece sarebbe bello riscoprire il fuoco della passione che ha unito quelle due persone. Se vuoi è un po’ la storia di tutti…

E comunque la cosa che mi fa piacere è che su Amazon sono già sesta e sui iTunes sono 65 esima a distanza di 24 ore.

Se la gente va a scaricare il brano è perché gli piace e se i commenti sono tutti positivi, mi rende molto felice.

Nessun rimpianto per Lisa

La Lisa di adesso è indubbiamente più consapevole e più matura della Lisa di qualche tempo fa. Cosa diresti a quella Lisa di allora? La guardi con tenerezza o correggeresti molte cose dei percorsi intrapresi. Insomma, rimpianti?

Non ho rimpianti. No Va bene così. Quello che ho fatto lo rifarei, perché comunque mi ha formato in tutto per quella che sono. Nel Bene e nel Male. La Lisa di adesso posso dire che forse è ancora più gioiosa di prima, come il mio Paese Gioiosa Ionica.

Penultima, domanda un po’ dispettosa: del resto tu mi dai l’idea di esserlo un pochino… Dolce sì, ma anche peperina! Ammettiamolo. Sei un capricorno, metà calabra metà campana, proprio un bel mix! Se tu avessi tra le mani un cd di un tuo collega, non solo di quelli di Ora o Mai Più ma in generale… quale romperesti e quale terresti gelosamente?!

(Non dirmi che oggi i cd non si usano più e che la musica si scarica!)

(Aahahhahaha ride di gusto) E guarda hai già risposto tu e va bene così!! Ma Comunque in ogni caso a me piace tutta la musica.

Amo la lirica, il pop, il rap, qualsiasi genere mi sta bene purché abbia un messaggio da dire importante.

Cestinerei tutte quelle canzoni che comunque non hanno un significato profondo e che lasciano il tempo che trovano. Ci sono sicuramente.

Ma adesso non me ne viene in mente nessuno anche perché sono attaccata alle belle cose e quindi ciò che non mi interessa non rimane.

lisa
Foto credit: Kenzo Photographer

Solidarietà a Simona Ventura

Insomma, chiedo se la pensa un po’ come Morgan, che ultimamente ha sollevato un polverone in merito all’episodio accaduto al figlio di Simona Ventura (una cara amica di Morgan)e Stefano Bettarini, fuori da una discoteca di Milano. Morgan in breve, dice che la colpa è della musica di mer** che si ascolta in discoteca.

Lisa risponde:

Una cosa assurda che non dovrebbe mai accadere. Ma io dico, siamo nel 2018 abbiamo tanto davanti a noi, il futuro è con noi e siamo delle persone così piccole da arrivare a fare dei gesti di una mostruosità devastante. Ma che razza di umanità è questa?

Dobbiamo essere uniti e fermi in questa cosa e dobbiamo prendercela con chi non ci tutela. È lo Stato che deve proteggerci, tirino fuori delle leggi che puniscano amaramente chi va a fare un atto del genere. Perché finché non esisterà una legge che ci tutela, queste cose andranno avanti e succederà ancora, una tragedia dopo l’altra.

E’ impensabile. Io me la prendo con chi non ci tutela, non sono d’accordo con Morgan, perché questo non c’entra niente con la musica. C’entra la nostra responsabilità personale.

Bisogna prendere di petto quelle che sono le cose effettivamente reali non dare il pretesto a cose inesistenti per giustificare atti che poi sono accaduti, non c’entra niente la musica.

Quello è un atto fatto da una persona contro un’altra. Guardiamo la realtà dei fatti e scusami se mi permetto di dire questo ne approfittò e ti ringrazio per lo spunto: sono molto vicina a Simona Ventura, pur non conoscendola personalmente, sia come persona, come individuo e come essere umano. Sono cose che non dovrebbero proprio accadere!!!

Concludiamo, ringraziandoti per la tua disponibilità e per aver dedicato del tempo a Super Guida tv e ti chiedo: Per quale motivo dovremmo comprare il tuo CD e quale progetto importante hai in serbo per i numerosi fans che ti seguono sempre con tanto amore!?

Ma io penso che nel momento in cui una persona, un artista esce con un nuovo album è per andare incontro a quell’amore che è stato, nel mio caso, consegnato da parte della gente

Quindi, mi auguro che loro vadano a comprare questo CD per darmi la possibilità di andare avanti. Perché è come se un’artista esponesse un’opera che poi non viene acquistata: gli si nega la possibilità di proseguire il suo percorso.

Quindi, mi auguro che ci sia una sorta di ritorno d’amore, che tutti vadano a comprare il CD per permettermi di proseguire nei miei progetti futuri. Poi ovviamente mi auguro che tutto vada per il meglio, io sono una guerriera e quindi andrò avanti per conquistare sempre più cose e ricambiare l’affetto e l’amore che mi dona la gente che è veramente straordinario.

Seguitemi perché ci sono moltissime novità come vi ho già detto precedentemente. Poi con i social ci teniamo sempre in contatto. Da Facebook a  Instagram e Twitter vi terrò aggiornati, perché la gente lo merita e io, penso e voglio egoisticamente pensare di meritare l’affetto della gente che mi fa tanto bene.

lisa
foto credit: kenzo

Lisa è un donna in gambissima e straordinaria, è stato un piacere intervistarla e noi di Super Guida Tv le auguriamo il meglio!

mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..