Giornata della Memoria 2018: il palinsesto Rai “per non dimenticare”

Giornata della Memoria 2018

La Rai ricorda la Shoah con un palinsesto speciale nella Giornata della Memoria: ecco i programmi, gli speciali e i film in programma

Per non dimenticare” la televisione di Stato ha annunciato una programmazione interamente dedicata al ricordo della Shoah in occasione della Giornata della Memoria. Scopriamo il palinsesto previsto per il 27 e 28 gennaio 2018.

Giornata della memoria 2018: Per non dimenticare

La Giornata della Memoria – Giorno della Memoria è una ricorrenza di carattere internazionale celebrata in tutto il mondo il 27 gennaio per commemorare le vittime dell’Olocausto. A decidere l’istituzione di un giorno dedicato alla memoria dei milioni di ebrei sterminati nei campi di concentramento dalla follia nazista è stata l’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Una terribile pagina di storia che ancora oggi fa paura e che non deve essere assolutamente cancellata.

Perché proprio il 27 gennaio? La scelta non è casuale, ma voluta. Il 27 gennaio del 1945, infatti, l’Armata Rossa supera le cancellate di Auschwitz scoprendo per la prima volta gli orrori che il regime nazista aveva inflitto al popolo ebreo. All’interno dei campi di sterminio le truppe trovano alcuni prigionieri sopravvissuti al più atroce orrore della storia dell’umanità: la Shoah.

Giornata della Memoria, la programmazione Rai

Per non dimenticare la RAI ha deciso di ricordare l’Olocausto con una programmazione ricca di film, eventi e contenuti speciali.

Si comincia sabato 27 gennaio in prima serata su Rai 1 con il film “Il labirinto del silenzio” diretto da Giulio Ricciarelli. Sempre sabato 27 gennaio intorno alle 23.35 verrà trasmesso “Tutto davanti a questi occhi“, documentario di Walter Veltroni. Spazio poi ad una serie di approfondimenti e dibattiti sulle leggi razziali che, approvate anche in Italia, hanno causato la morte di 15 milioni di persone, di cui circa 5-6 milioni di ebrei.

La Shoah verrà ricordata anche durante i vari salotti televisivi: da “La Vita in Diretta”, “UnoMattina”, “Linea Verde” e tanti altri. Un impegno, quello della Rai, che è stato accolto positivamente da Noemi Di Segni, Presidentessa della Unione Comunità Ebraiche Italiane che ha dichiarato: “La memoria non è solo di noi ebrei o dei sopravvissuti, ma è di tutto il Paese. La sfida per chi fa comunicazione, come la Rai, è informare su ciò che è accaduto, farne un elemento culturale e educativo”.

Non manca poi l’appuntamento dedicato ai più piccoli con “La stella di Andra e Tati” trasmesso su Rai Gulp e realizzato da Rai Ragazzi con il MIUR. Si tratta di un film di animazione ispirato alla storia vera di Andra e Tatiana Bucci, due sorelle sopravvissute allo sterminio dei campi di concentramento.

Ma non finisce qui. Si parlerà di Olocausto anche domenica 28 gennaio a “Che tempo che fa” con ospite la senatrice a vita Liliana Segre, che porterà la sua diretta testimonianza essendo una sopravvissuta ai campi di concentramento nazisti.

Potrebbe interessarvi: Concerto per il Giorno della Memoria

CONDIVIDI