Giorgio Napolitano intervistato da Maurizio Costanzo

Stasera, subito dopo la soap Il segreto, a partire dalle 23.20, andrà in onda L’intervista, programma condotto da Maurizio Costanzo.

Nella terza puntata del nuovo programma di Canale 5, il giornalista farà una intervista all’ex Presidente  della Repubblica Giorgio Napolitano dopo quella rilasciata da Fabio Fazio a Che tempo che fa. Si tratta di un’intervista esclusiva dopo quella a Wanna Marchi nella prima puntata e Fabrizio Corona nella seconda puntata che è stata registrata a luglio.

Argomenti

Nell’intervista ex presidente tratterà temi sociali,  argomenti più leggeri come la famiglia, l’amore che da numerosi anni lo lega alla moglie Clio, migrazione del nuovo presidente Matteo Renzi e del prossimo referendum

Sul rapporto d’amore che da  anni lo lega alla moglie Clio, Napolitano si definirà un monogamo accanito e racconterà anche di come i due si siano conosciuti nel 1959 e innamorati tra le città di Napoli e Roma.

Napolitano è stato presidente dal 15 maggio 2006 al 22 aprile 2013.

Presidenti della repubblica italiana

  • Enrico De Nicola
  • Luigi Einaudi
  • Giovanni Gronchi
  • Antonio Segni
  • Giuseppe Saragat
  • Sandro Pertini
  • Giovanni Leone
  • Francesco Cossiga
  • Oscar Luigi Scalfaro
  • Carlo Azeglio Ciampi
  • Giorgio Napolitano
  • Sergio Mattarella

Breve Biografia

È nato a Napoli il 29 giugno 1925, sposato con Clio Bittoli, ha due figli, Giovanni e Giulio.

Si è laureato in giurisprudenza nel dicembre 1947 presso l’Università di Napoli con una tesi in economia politica. Nel 1945-46 è stato attivo nel movimento per i Consigli studenteschi di Facoltà e delegato al 1° Congresso nazionale universitario.

Il 10 maggio 2006 è stato eletto Presidente della Repubblica con 543 voti. Ha prestato giuramento il 15 maggio 2006.Il 20 aprile 2013 è stato rieletto Presidente della Repubblica con 738 voti. Ha prestato giuramento il 22 aprile 2013.Ha rassegnato le dimissioni il 14 gennaio 2015. È divenuto Senatore di diritto e a vita quale Presidente Emerito della Repubblica.