Fabrizio Frizzi ricoverato d’urgenza in ospedale a Roma. Sospesa la messa in onda de “L’eredità”.

L'eredità Frizzi Conti

Fabrizio Frizzi ha avuto un malore durante la registrazione della trasmissione Rai L’Eredità. Il presentatore 59enne sarebbe ricoverato in condizioni critiche al Policlinico Umberto I.

Motivazioni del ricovero?

Inizialmente, le condizioni di salute del conduttore Rai non sono state divulgate per rispettare la privacy sua e della sua famiglia. È di qualche minuto fa, però, la voce sempre più insistente che sia stato un attacco ischemico quello che ha costretto Frizzi ad un urgente ricovero in ospedale.

Secondo il bollettino medico, tuttavia, Frizzi è lucido ed ha risposto ai familiari. Al momento è sottoposto a tutte le cure del caso.

“L’eredità” di oggi? Non verrà trasmessa dalla Rai

Date le incerte condizioni di salute di Frizzi, la Rai ha pensato bene di sospendere la messa in onda del quiz show. Pur trattandosi di un programma che non va in diretta (le puntate, infatti, vengono registrate), sarebbe parso estremamente indelicato, da parte degli studi Rai, mandare ugualmente onda il programma.

La Rai, quindi, ha confermato che la puntata del quiz condotto da Fabrizio Frizzi non andrà invece in onda. La rete ha infatti comunicato che la puntata di oggi sarà sostituita da una replica della fiction “Don Matteo 9”, come comunicato dalla stessa Rai con un tweet.

“Oggi L’Eredità non andrà in onda. Al suo posto verrà trasmesso il primo episodio della serie Don Matteo 9”, scrive in un tweet la Rai.

Non viene, tuttavia, specificato il motivo del ricovero, ma diversi siti specializzati parlano di un malore avvenuto durante la registrazione.

Ultim’ora – ore 15:46!!!

Giungono voci di un netto miglioramento delle condizioni di salute di Fabrizio Frizzi.

L’intero staff della SuperGuidaTv augura una pronta guarigione al conduttore Fabrizio Frizzi, che ci allieta ogni pomeriggio con la sua colta ilarità e la sua genuina risata.

mm
Sono una web writer in erba ed un'aspirante copywriter. Da sempre subisco il fascino delle parole in tutte le sue forme: forse non è un caso che il mio nome (Eufemia, dal greco “ eu phemì ” = colei che parla bene) contenga un verbo che significa 'parlare, dire, raccontare, etc'. Scrivere, infatti, rappresenta una delle mie più grandi passioni assieme al canto, alla musica ed ai viaggi. Sono una vera divoratrice di pellicole cinematografiche, amo i ‘courtroom drama’ - i film che si svolgono prevalentemente nelle aule di giustizia - e tutti i thriller. Per me, attori come Al Pacino, Robert De Niro e Jack Nicholson sono mostri sacri del cinema. Le serie tv che non smetterei mai di rivedere, invece, sono ‘Gomorra’, ‘How to get away with murder’ e ‘Lie to me’ (anche se vorrei trovare il tempo per vedere ‘House of cards’ e ‘Mad Men’).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here