Emilio Fede: “Timperi? Avrei dovuto prenderlo a calci”

Il giornalista Emilio Fede

L’ex direttore del TG4 Emilio Fede si è raccontato a Sorrisi rivelando alcuni retroscena sulla sua carriera televisiva e su un collega ha detto

Emilio Fede tra passato e presente. Il celebre giornalista ed ex direttore del TG4 si è raccontato in un’intervista a Sorrisi parlando di alcuni colleghi e in particolare di Tiberio Timperi. Ecco le sue dichiarazioni.

Emilio Fede: “Timperi? Avrei dovuto prenderlo a calci”

Come sempre schietto e diretto, Emilio Fede dalla pagine di Sorrisi ha raccontato la sua nuova vita e i futuri progetti. Nella città di Napoli ha deciso di intraprendere un nuovo importante impegno diventando direttore artistico del Teatro Bolivar.

“Farò qui il mio talk politico e lavorerò gratis” ha rivelato l’ex direttore del TG4. Riguardo proprio al celebre telegiornale che ha diretto per 20 anni racconta:

Mi piacerebbe vederlo con qualcosa di ciò che ho lasciato, manca di quella naturalezza che ho cercato di proporre. “Parlate con calma e ricordate gli ultrasessantenni”, dicevo ai miei redattori.

Tra i suoi redattori c’era anche Tiberio Timperi, oggi impegnato alla conduzione de “La vita in diretta” con Francesca Fialdini su Rai 1. A distanza di molti anni Timperi ha raccontato di aver subito mobbing dall’allora direttore del Tg4 Emilio Fede e di essere quasi arrivati alle mani.

Non ho avuto screzi con lui, ha raccontato questa bugia per fare notizia.

Con queste parole il giornalista ha replicato alle “accuse” infondate di Timperi, anzi ha raccontato a Sorrisi:

Ai tempi era amico del direttore di rete e mandava fiori non graditi a una donna molto in alto, ma, ciò no noNOstante, non l’ho mai penalizzato. Alla presentazione di un mio libro è persino intervenuto e mi ha abbracciato dicendo che mi deve gratitudine. Ora racconta che abbiamo rischiato di prenderci a schiaffi: per quello che ha fatto avrei dovuto, piuttosto, prenderlo a calci nel sedere.

Emilio Fede: “Avrei dovuto amare di più mia moglie”

Poi il giornalista commenta le parole di Michele Serra che ha scritto: “La senilità di Emilio Fede ha spessore romanzesco, tra Piero Chiara e Fantozzi“. Ecco la replica del giornalista e scrittore:

Può avere ragione, non mi offendo, ma nella vita penso di non aver mai fatto male a nessuno, dopo le mie celebri sfuriate ho sempre chiesto scusa e ho sempre amato i miei colleghi. Porto con me una storia lunghissima, che va dal Dopoguerra a oggi.

Piaccia o meno, Emilio Fede è stato sicuramente uno dei giornalisti di maggior successo del piccolo schermo e lo confermano i vari telegiornali che ha diretto: da “Studio Aperto” al TG4 fino a Vidonews. Non solo il giornalismo al centro della sua vita, ma anche l‘amore per Diana De Feo, la moglie a cui dedica un pensiero bellissimo:

Sono colpevole di non averla amata quanto avrebbe meritato. Mi ha perdonato, ma ogni tanto, ricordando il passato, si immalinconisce. Penso sempre che non vorrei sopravviverle, tanto la amo e tanto mi mancherebbe.

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here