Edward Mani di Forbice, per chi ha SKY

Una sera, una bambina chiede a sua nonna di raccontarle com’è nata la neve. La nonna inizia a raccontarle la favola di un inventore, di una grande casa e…

Ma questa non è una favola come tutte le altre.

Questa è la storia di Edward (Johnny Depp), creazione sfortunata di un inventore che morì prima di poter attaccare le mani a suo figlio.

Edward, quindi, cresce da solo nella sua grande casa con delle forbici al posto delle mani, fino a quando Peggy Boggs, una presentatrice Avon della città sita ai piedi della villa di Edward, bussa alla sua porta…

Impietosita dalla solitudine e dalla diversità del ragazzo, Peggy decide di accoglierlo nella sua casa, trattandolo alla stregua di un piccolo trovatello e rendendolo partecipe della vita del quartiere.

Ma si sa, la diversità incute timore negli animi piccoli… e se alla paura del diverso si aggiunge la gelosia di un adolescente per una bella ragazza, il disastro è assicurato.

La ragazza in questione è Kim (Winona Rider), figlia maggiore di Peggy, dapprima spaventata da Edward ma poi incuriosita dalle sue mani di forbice, dai suoi silenzi ed in particolar modo dalla sua sensibilità.

Celebre la scena in cui Edward, per omaggiare la bella Kim, crea una statua di ghiaccio che la ritrae, lavorando il blocco con le sue forbici e, conseguentemente, creando l’illusione di una nevicata.

Ma il gesto estremamente delicato di Edward per la bella Kim suscita le gelosie di Jim, fidanzato della ragazza, che escogiterà un modo per eliminare il ragazzo dalle mani di forbice.

Una pellicola dal sapore gotico ma di rara bellezza, firmata dal grande Tim Burton e resa perfetta dalle magiche musiche di Danny Elfman.

Questa sera, su Sky Kult HD, ore 21:00.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIn seconda serata martedì 10 maggio: About a boy
Prossimo articoloAmbra si racconta nell’Arena di Domenica In
mm
Sono una web writer in erba ed un'aspirante copywriter. Da sempre subisco il fascino delle parole in tutte le sue forme: forse non è un caso che il mio nome (Eufemia, dal greco “ eu phemì ” = colei che parla bene) contenga un verbo che significa 'parlare, dire, raccontare, etc'. Scrivere, infatti, rappresenta una delle mie più grandi passioni assieme al canto, alla musica ed ai viaggi. Sono una vera divoratrice di pellicole cinematografiche, amo i ‘courtroom drama’ - i film che si svolgono prevalentemente nelle aule di giustizia - e tutti i thriller. Per me, attori come Al Pacino, Robert De Niro e Jack Nicholson sono mostri sacri del cinema. Le serie tv che non smetterei mai di rivedere, invece, sono ‘Gomorra’, ‘How to get away with murder’ e ‘Lie to me’ (anche se vorrei trovare il tempo per vedere ‘House of cards’ e ‘Mad Men’).