Bebe Vio diventa cartone in “Spike Team”, la serie animata ideata dall’ex pallavolista Andrea Lucchetta

Bebe Vio

Notizie in arrivo per tutti gli appassionati di cartoon, per tutti gli amanti dello sport, ma soprattutto per tutti i fans di Beatrice Vio!

Bebe (così si fa chiamare da sempre) ormai la conosciamo tutti, per cui non sto a ripercorrere nuovamente le tappe della sua vita.

Bebe Vio, campionessa nella vita e nello sport

Sottolineo invece la sua ilarità, la sua positività, la sua forza, la sua caparbietà, il suo meraviglioso sorriso. Sempre.

Tutte qualità che l’hanno portata a realizzare il suo sogno: partecipare e vincere ai Giochi Paralimpici.

Ha stupito tutti nel 2016 quando, alle Paralimpiadi di Rio De Janeiro, ha conquistato la medaglia d’oro nel fioretto individuale. L’urlo di gioia (e di liberazione) dopo l’ultima stoccata rimarrà indelebile!

Non contenta, due giorni dopo, si è aggiudicata il terzo posto sul podio con le sue compagne Loredana e Andreea, nel fioretto a squadre.

Non male davvero per un’atleta così giovane, che il mese scorso (il 4 marzo) ha compiuto solo 20 anni!

Bebe Vio diventa cartoon

Spike Team è una serie animata di genere sportivo, nata da un’idea di Andrea Lucchetta. L’ex pallavolista, noto per la sua originale capigliatura a spazzola diagonale, porta il soprannome di “Crazy Lucky” o, più semplicemente, “Lucky”.

Bebe Vio

Proprio Lucky è uno dei protagonisti del cartone animato, ex campione di pallavolo allenatore della squadra femminile delle Spikes.

Sei ragazze, sei diversi temperamenti, sei gemme preziose a cui ognuna di loro è legata…

Amicizia, competizione, crescita su vari fronti. Questi gli ingredienti principali di Spike Team.

Una curiosità: il titolo della serie animata deriva da “Spike it!”, ovvero il saluto di Lucchetta (oggi commentatore sportivo) a inizio e fine collegamento di una partita di pallavolo.

La prima stagione, composta di 26 episodi, è stata trasmessa su Rai 2 a partire dal 2010. Tra i doppiatori di questa prima serie, oltre ad Andrea Lucchetta (che dà la voce al suo Lucky), anche l’allenatore di basket Dan Peterson (che doppia il cronista delle partite).

La seconda stagione, intitolata “Alla ricerca della vera amicizia” e suddivisa anch’essa in 26 episodi, è andata in onda su Rai Gulp nel 2014.

La terza stagione avrà nuovamente 26 episodi, di 30 minuti ciascuno, e vedrà, come annunciato, la campionessa paralimpica Bebe Vio.

Qui di seguito le parole di Luca Milano, vice direttore di Rai Fiction:

In questa serie c’è da sempre un’attenzione particolare anche allo sport paralimpico e stavolta si materializza attraverso la versione animata di Bebe Vio, che ci ha dato l’autorizzazione a farlo, e che poi aiuterà anche in sede di promozione a parlare del tema dell’integrazione degli atleti paralimpici all’interno dei vari sport.

Attendiamo quindi di vedere la nostra Bebe nelle vesti di cartoon, sicuramente simpatica e positiva come nella realtà!

CONDIVIDI
Articolo precedenteAmici 16: Emma Marrone sostituisce Morgan come coach?
Prossimo articoloUomini e Donne: la madre di Sophia Galazzo attacca l’ex fidanzato
mm
Sono Valentina B., classe 1979, marchigiana. Ho un marito e un bimbo bellissimo e faccio la mamma a tempo pieno, il mestiere più duro e più bello del mondo! Mi piace scrivere e sono un'appassionata di libri, soprattutto romanzi. Amo il cinema e la televisione. Sono una nostalgica : adoro rivedere i vecchi film e programmi della mia infanzia e adolescenza e mi commuovo sempre!