Avanti un altro 2019, ecco quando in TV

Avanti un altro

Annunciata la data di messa in onda della nuova edizione di Avanti un Altro 2019: ecco quando tornerà il game show di Canale 5

Torna Avanti un altro con Paolo Bonolis su Canale 5. Il conduttore, reduce dal grande successo di Scherzi a Parte, torna nel 2019 con una nuovissima edizione del popolare game show nella fascia pre serale della rete ammiraglia Mediaset. Ecco quando andrà in onda.

Avanti un altro 2019: quando inizia

Al via da lunedì 7 gennaio 2019 la nuovissima edizione di “Avanti un altro”, il programma condotto da Paolo Bonolis con la complicità dell’amico e collega Luca Laurenti. Come sempre a far divertire il pubblico da casa ci saranno i vari personaggi del Minimondo che nel corso delle varie stagioni hanno decretato il successo di Paola Caruso e Alessia Macari, giusto per citarne due.

Protagonisti indiscussi del programma saranno ancora una volta i concorrenti che, disposti a fila indiana, dovranno rispondere ad una serie di domande di cultura generale. Il format resta sempre lo stesso: in caso di risposta errata, il concorrente sarà costretto a lasciare il gioco allo sfidante successivo.

Avanti un altro: Luca Laurenti ci sarà

Al momento non sono trapelate ulteriori notizie o indiscrezioni sulla nuova edizione di Avanti un Altro. Confermato accanto al padrone di casa Paolo Bonolis, l’amico e collega Luca Laurenti.

Una notizia che mette a tacere una volta e per tutte la notizia di un ipotetico litigio avvenuto tra i due alimentata da alcune dichiarazioni di Bonolis alla stampa e durante L’intervista di Maurizo Costanzo.

In realtà tra i due non c’è stato alcun litigio, anche Luca e Paolo sono amici come prima (se non più di prima) e dal prossimo gennaio 2019 sono pronti a tornare in video per far divertire i telespettatori di Canale 5.

L’appuntamento con Avanti un altro 2019 è dal 7 gennaio nel pomeriggio di Canale 5.

3 Commenti

  1. 7 gennaio avanti un altro?.. troppo in là….
    Gerry Scotti bravissimo ma sempre la stessa “minestra”
    Bisogna cambiarli più frequentemente i due conduttori a mio parere

  2. Con il pareggio concluso in maniera perfetta tra Carlo Conti e Flavio Insinna con L’Eredità di RAI 1 e Gerry Scotti dapprima con Caduta Libera e poi The Wall sugli schermi di Canale 5 nell’inverno biennale 2018/2019, il 2019 si arricchiva con grandi novità in casa Mediaset come Barbara D’Urso con lo speciale di Pomeriggio Cinque in collaborazione con il TG5, testata giornalistica della quinta rete dell’ammiraglia Mediaset diretta da Clemente J. Mimun dal titolo “Avanti il prossimo programma televisivo!” che, per dispetto, distrazione, sbadataggine, punizione, castigo, tristezza con i gemiti di lamenti e pianti, sostituiva l’indiavolato quiz Avanti un Altro che, per colpa del bullismo tele scolastico e degli atti troppo violenti oppure maneschi, non vedeva mai più la luce dell’ottava edizione proprio a causa della perfidia, della malvagità, dell’avidità, della manipolazione, della stupidità, della diabolicità, della corruzione, della cattiveria e della crudeltà di tutti i personaggi che venivano spesso dimenticati da tutti noi nonostante i linguaggi volgarmente scurrili troppo pieni di bestemmie e parolacce tutte presenti nei turpiloqui in dialetto mezzo romano e mezzo siciliano ma anche dalla erre troppo moscia e dalla enne troppo nasale in maniera pesante come parlano i francesi, i tedeschi, i lussemburghesi, gli svizzeri europei, gli statunitensi che, forse, utilizzeranno l’accento britannico e tutte le altre parti del mondo euro-straniero, risse e litigi con la presenza di violenze fisiche che distruggevano tutto il silenzio e tutte le prese maleducatamente in giro nella maniera molto cattiva che si stringono tutte le facce troppo forte per gli scoppi alla gola sebbene tra regolamenti molto cattivi, eccessivi, antipatici, brutti, bruschi, irrigiditi ed ingiusti e le distanze non-sociali che non si rispettavano per nessun motivo con le future dimissioni della sindaca Virginia Raggi, del Governo Conte e della ministra Lucia Azzolina.
    Si potevano aggiungere le notizie sul morente virus che poteva venire ucciso mortalmente insieme al Covid-19 dai nuovi contagi che si velocizzano e che stavano aumentando vertiginosamente fino alla loro morte con le chiusure di tutte le scuole d’Italia e di tutto il mondo che si fermavano con l’arrivo dei tamponi negativi, dei vaccini, delle lezioni online a distanza per zona rossa dal 2020 al 2021 con il ritorno in zona bianca in tutte le regioni d’Italia fino all’abolizione delle regole molto cattive, eccessive, brutte, antipatiche, brusche, irrigidite ed ingiuste e le distanze non-sociali che non si eseguivano e non si rispettavano e dell’uso delle mascherine che avverrà prossimamente.
    L’8 gennaio 2019 fu la volta di una sola puntata inedita in prima visione televisiva assoluta de Il Segreto e dal 9 al 13 gennaio 2019 le puntate di Gerry Scotti con Chi vuol essere milionario Story in attesa di quelle nuove che scatteranno tra Febbraio e Marzo 2019 nell’appuntamento del giovedì sera.
    Dal 14 gennaio 2019 e, come le messe in onda avvenute su Boing, Cartoonito e Italia 1, toccava alle guerriere idol Miracle Tunes a fare compagnia in onda da lunedì alla domenica dalle 18:45 in prima visione televisiva assoluta con la prima stagione fino al TG5 delle 20 sugli schermi di Canale 5 sebbene il venerdì sera, a partire dal 15 marzo fino al 31 maggio 2019, era la volta dei più grandi film in live action e d’animazione Disney, Pixar e non-Disney in prima serata prima di Giuseppe De Filippi con le storie del venerdì sera di Speciale TG5, in parole povere: addio e a mai più rivederci, Ciao Darwin 8 – Terre Desolate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here