Un Posto al Sole news: il ritorno di Francesco Vitiello

Francesco Vitiello Un Posto al sole

Cinque anni fa, Francesco Vitiello, in arte Diego Giordano, figlio di Raffaele, lasciava il cast di Un Posto al Sole. Nel web si racconta e parla della sua malattia, che lo ha allontanato dalla famosa soap partenopea. Egli è vivo e sta bene, ora ritorna alla vita ed alla recitazione. No “malato gravemente” o “morto” come si leggeva in Rete. Andiamo in ordine, seguitemi nella lettura.

Un Posto al Sole: Francesco Vitiello torna in UPAS

Sono state molte le ipotesi fatte dai fans, quando 5 anni fa Francesco Vitiello ha lasciato il cast di Un Posto al Sole. Le immagini delle sue ultime interpretazioni, che Google conserva, lo mostrano giù di tono, con meno capelli e sopracciglia.

Diego Giordano non era più lo stesso fisicamente e molti hanno pensato al peggio. Nessuno ha chiarito il motivo della sua decisione di andarsene.

Era solo un’alopecia che, per quanto rognosa e difficile da gestire, non mi ha mai messo in pericolo di vita”, spiega in un’intervista al telefono a Vanity Fair.it.

Ciò che è stato scritto sul web a riguardo della sua “grave malattia” lo ha scosso non poco. Egli stesso leggeva gli articoli postati ed ora riparte più cosciente e più forte.

Francesco Vitiello: Attore, regista, scrittore e regista di successo

Francesco proviene da Torre del Greco e ritorna ad interpretare Diego a Palazzo Palladini durante la settimana di Natale. Riabbraccerà il papà Raffaele, interpretato da Patrizio Rispo e la matrigna Ornella (Maria Giulia Cavalli). L’attore è entrato nella famiglia di Un Posto al Sole nell’anno 1996.

Era giovanissimo, appena quindicenne, quando è entrato in Un Posto al Sole. Durante gli anni in cui non l’abbiamo visto recitare nella soap partenopea, non si è mai fermato. Il teatro, il cinema, la rete, la tv, dove ha interpretato l’agente scelto Corrado Esposito nella fiction Distretto di polizia su Canale 5 ed è stato anche regista di Un posto al sole.

Hanno scritto che ha avuto la “leucemia”, un “tumore incurabile”.

Tutto questo “È stato frustrante. Sentire tutte queste congetture sul mio conto sapendo che fortunatamente non si trattava di una cosa così seria all’inizio mi faceva quasi sorridere”.

Con il passare del tempo, però, ho iniziato a rosicare. Sopratutto quando ho scoperto che queste notizie sono le prime a uscire sul mio conto su Google”. Queste sono le sue parole al telefono con l’intervistatore di Vanity Fair.it.

Ricorda quando sono cominciate le congetture?

Poco dopo la mia uscita da Un posto al sole. Scrivevano che fossi malato e, qualche tempo dopo, qualcuno mi disse che su Internet mi davano addirittura per morto. Per fortuna, si trattava solo di un’alopecia”.

Quando ha scoperto di averla?

È iniziata a quindici anni, dopo un anno che ero a Upas. Era una forma molto blanda, ma con gli anni è andata via via peggiorando fino a coinvolgere tutto il mio corpo. Mi sono trasformato in qualcos’altro e non è stato facile da accettare, soprattutto all’inizio. A un certo punto stavo girando Distretto di polizia e ho dovuto interrompere e mettere tutto in stand-by.

Perché ha interrotto?

La mia immagine era completamente cambiata nel giro di pochi mesi. Prima l’alopecia era circoscritta solo ad alcune parti del corpo, ma poi è diventata totale. La mia, però, è stata una situazione anomala: quando ho smesso con qualsiasi tipo di cura, ho iniziato incredibilmente a recuperare.

Come l’ha vissuta?

È stato traumatico, soprattutto per chi fa il mio mestiere. È stata una doppia mazzata: tanto nel vedermi cambiato dall’oggi al domani quanto che tutto fosse coinciso col mio lavoro che fino a quel momento stava andando piuttosto bene. L’essere riconosciuto per strada, poi, non mi dava la possibilità di vivere la mia condizione in maniera serena. Quando mi fermavano, mi sentivo terribilmente a disagio.

L’intervista continua

Com’è stato fare la regia della soap in cui recitava?”

I primi tre anni sono stati tosti. Gli attori sono talmente consapevoli e padroni del proprio personaggio che, a volte, non accettano i suggerimenti di chi è fuori. Se vuoi introdurre un punto di vista, una sfumatura, devi guadagnarti la loro fiducia e andarci cauto.

“Cosa spera di ottenere oggi?

Quando ho rinunciato alla recitazione ho capito che il mio destino sarebbe stato quello. Adesso che tutto si sta rimettendo in moto non so davvero dove mi porterà, ma non vorrei farmi illusioni.

Un Posto al Sole, dopo 5 anni riavrà Francesco Vitiello.

Per leggere l’intervista completa ecco il link al sito della fonte.

Potrebbe interessarti: Anticipazioni dall’11 al 15 dicembre 2017: puntate settimanali

CONDIVIDI