The Wall il nuovo game show di Gerry Scotti su canale 5. Dal 20 novembre

the wall gerry scotti canale 5

The Wall, è il nuovo game show di Gerry Scotti che andrà in onda nel preserale di canale 5. Dal 20 novembre dagli schermi della rete ammiraglia del Biscione prenderà il via un nuovo game show condotto dal bravissimo Gerry Scotti, il gigante buono dal cuore di biscotto.

The Wall: come funziona?

Il game show è molto semplice nella sua essenza: i concorrenti lanciando da un enorme muro dei palloni potranno vincere una cospicua somma di denaro, che potrà essere alta o bassa a seconda delle caselle su cui cadranno.

Il nuovo game show prenderà il posto di Caduta Libera che si riposerà per un po’ nell’attesa poi che ritorni Avanti Un altro! Con un altro beniamino del pubblico: Paolo Bonolis.

The Wall: format americano le regole

The Wall è un format americano, uno spettacolo televisivo trasmesso da NBC, che è stato premiato il 19 dicembre 2016.

Lo spettacolo è condotto da Chris Hardwick, che è anche produttore esecutivo assieme a:

  • LeBron James
  • Maverick Carter
  • Andrew Glassman.

Punta soprattutto sulla spettacolarità dello studio: al centro vedremo un muro molto grande simile al quadro di Plinko usato anche per il programma “Ok il prezzo è giusto”.

Il fondo della tavola è diviso in 15 slot contrassegnati con vari importi in euro, alcuni dei quali aumentano mentre il gioco progredisce. Si potrà andare, ad esempio, da una casella dal valore di 70mila euro ad una dal valore di 1 euro.  Sette “zone di scorrimento” numerate sono centrate nella parte superiore della scheda, da cui le palline possono essere messe in gioco e assegneranno una determinata cifra alla manche. La versione italiana verrà registrata a Parigi.

The Wall – Prima manche

In ogni puntata vedremo una squadra formata da due concorrenti e la prima manche si chiamerà- ironia del caso- CADUTA LIBERA. Ai due concorrenti verranno poste delle domande e avranno il tempo della caduta dei palloni per poter rispondere.

Se la risposta sarà esatta i palloni diventeranno verdi e la cifra che hanno contrassegnato nelle slot si aggiungerà al montepremi della squadra.

Se la risposta sarà sbagliata i palloni diventeranno rossi e la somma sarà detratta dal montepremi.

The Wall – seconda manche

Nella seconda manche, i concorrenti saranno separati gli uni dagli altri per il resto del gioco. Uno entrerà in una camera di isolamento dietro il muro, mentre l’altro rimarrà sul palco.

Due sfere verdi verranno giocate simultaneamente e lasciate cadere dalle zone scelte dal giocatore sul palco.

Il giocatore sul palco dovrà puntare sulle conoscenze dell’altro giocatore dietro il muro. E potrà scegliere su 4 opzioni di risposta ma non vedrà la domanda, che invece vedrà il concorrente nascosto e dovrà sceglierne l’opzione esatta, anche se lui non saprà se è quella giusta.

Il pubblico scoprirà dal colore che prenderà il pallone, caduto dal muro, se alla squadra verrà assegnato la cifra o detratta dal montepremi.

The Wall – terza manche

L’ultima fase del game show sarà “Il CONTRATTO“, ovvero al concorrente isolato verrà consegnato, un contratto appunto, con la cifra ottenuta dal montepremi della prime due manches.

Il gioco si basa essenzialmente sull’inconsapevolezza del concorrente isolato che dovrà decidere se firmare il contratto con la cifra indicata (che potrà essere inferiore al montepremi accumulato realmente dall’altro concorrente) o strappare il contratto sperando che il montepremi sia maggiore.

Un gioco sostanzialmente basato sull’intuito della conoscenza del proprio compagno di squadra e sulla fortuna.

The Wall sta riscuotendo un buon successo nei Paesi dov’è andato in onda, sarà così anche per l’Italia?

mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..