Sacrificio d’amore, anticipazioni puntata 22 dicembre 2017: il destino di Maddalena

Sacrificio d'amore

Ed eccoci arrivati alla terza puntata di Sacrificio d’amore, la fiction in costume, ambientata tra le cave di marmo di Carrara. Ricordiamo che spezzoni delle puntate precedenti hanno sostituito la soap Beautiful, sospesa nel suo abituale appuntamento. Ora si apre un grande quesito: nel terzo episodio di Sacrificio D’Amore assisteremo alla morte di Maddalena? Quali altre novità movimenteranno la fiction?

Anticipazioni del 22 dicembre di Sacrificio d’amore

Silvia e Brando sono legati sempre di più, anche se la loro è una relazione proibita. La giovane infermiera è infatti sposata con l’ingegnere Corrado Corradi, proprietario delle Cave in cui lavora Brando.

Silvia è una bellissima donna, lavora come infermiera ed è tra le donne più conosciute di Carrara. La donna ha un figlio di 10 anni, avuto dal marito, un uomo ricco e potente. L’incontro con Brando è avvenuto all’ospedale Santa Corona, dove lei presta servizio.

Due vite completamente diverse, ma unite negli ideali. Brando lotta per i diritti dei lavoratori, Silvia è intraprendente e di mente aperta. Semplice e generosa è sempre disponibile ad aiutare chi soffre e ne ha bisogno.

Nonostante il loro amore stia diventando più serio del dovuto, soprattutto dopo il nuovo incontro nello studio di un famoso scultore, una brutta notizia sconvolgerà la loro vita.

Ad Annibale Lucchesi, il noto scultore, interpretato dall’attore Luca Biagini verrà proposto di entrare a fare parte del mondo politico. L’anarchico non acconsente, ma grazie all’insistenza del figlio Alessandro, medico e amico di Silvia e dello stesso Brando, cambierà idea.

Silvia pagherà le conseguenze della scelta di Lucchesi

Silvia e Brando si sono abbandonati alla passione e si scontra spesso con il marito, che sembra intuire il suo cambiamento. Di certo l’ingegnere ha notato quanto sono simili i discorsi in difesa dei lavoratori della coppia clandestina.

Le lotte continuano nel frattempo nei primi anni del ‘900. Leopoldo Corradi (Paolo Malco) ricopre il ruolo di presidente del consiglio di amministrazione del Santa Corona. Egli scoprirà che il figlio dell’anarchico Lucchesi è medico dello stesso ospedale.

Leopoldo chiederà a Suor Agnese di licenziare il giovane dottore, ma la monaca si opporrà con determinazione. Maddalena, nel frattempo e’ colpita da un malore, mentre è in atto la festa della Regina Elena, a cui vorrebbe partecipare.

Tommaso (Rocco Giusti) si precipiterà da lei, ma la ragazza si trova in condizioni molto critiche ed il giovane verrà a conoscenza di una notizia, che gli cambierà l’esistenza: l’amata dovrà morire?

Alberto Corradi in politica

Alberto Corradi, nel frattempo, sta attraversando un periodo molto particolare. Egli infatti è diventato padre di una bambina, nata da una relazione con una contadina.

Benchè essere padre lo alletta molto, dovrà rinunciare alla figlia per non fare danno alla sua famiglia, disonorandola. Ricordiamo anche che Maddalena sta subendo i soprusi della governante di Villa Corradi, la signorina Maffei.

Quest’ultima è la tutrice di Tommaso, suo nipote, che ha portato con se’ per farlo studiare, e diventerà più temibile dopo aver scoperto la relazione dei due giovani.

L’appassionante storia racconta un amore, quello tra Brando Prizzi e Silvia. Le lotte di classe e le rivolte sociali imperversano in Italia. I due giovani, seppure hanno interessi comuni, sono di classi diverse.

Tutto questo ambientato nello sfondo delle cave di marmo di Carrara. Una puntata ricca di tensione, la terza, che ci dobbiamo aspettare ancora?