Rete 4 si rinnova e guarda al futuro studiando il modello di La7

mediaset

Rete 4 si rinnova. La terza Rete di casa Mediaset è pronta a trasformarsi e a guardare al futuro studiando il modello di La7 per battere Urbano Cairo. Più talk, più dibattiti politici, più informazione e meno soap opera? Pare proprio di sì. In fin dei conti su La7 non c’è spazio per programmi come l’ormai famosissimo Sentieri, che però, non va più in onda, e Tempesta d’amore. Quali saranno i conduttori, i giornalisti, però, su cui punterà la Rete? Ecco svelato l’arcano.

Rete 4 si rinnova: il modello La7

Barbara Palombelli potrebbe essere la nuova Lilli Gruber. E’ a lei che i vertici hanno pensato quando hanno ipotizzato di riempire con qualcosa di nuovo la fascia dell’access prime time.

La conduttrice di Forum, quindi, potrebbe ritrovarsi a dover condurre un programma legato alla cronaca e all’attualità nella stessa fascia della giornalista rivale su La7.

Otto e Mezzo ormai è un appuntamento fisso per il pubblico. Riuscirà la Palombelli a surclassare la Gruber? L’impresa appare ardua. La domanda da porsi, ancor prima di tutti gli altri quesiti, però, riguarda ben altro. Riuscirà la Palombelli a gestire tutti gli impegni? Forum alla mattina su Canale 5, lo sportello di Forum al pomeriggio su Rete 4 e in più una nuova trasmissione?

Altri? Ebbene si pensa a Gerardo Greco come ad un promettente Enrico Mentana o Giovanni Floris, il conduttore di diMartedì.

Nicola Porro, invece, potrebbe dare filo da torcere a Corrado Formigli mentre Roberto Giacobbo andrebbe a creare problemi ad Andrea Purgatori.

Cosa mancherebbe all’appello? Nessuno, almeno per ora, riuscirebbe a prendere il posto di Diego Bianchi, Zoro, e della sua Propaganda Live. Difficile pensare, infine, a qualcuno da contrapporre a Massimo Giletti e alla sua Non è l’Arena.

Rete 4 si rinnova: Gerardo Greco nuovo direttore del Tg 4

Come anticipato da Tv Blog molto probabilmente toccherà proprio all’attuale capo di Radi Rai prendere il posto di Mario Giordano ed Emilio Fede.

Secondo gli addetti ai lavori Greco diventerà il nuovo Enrico Mentana di Rete 4 e dovrà puntare ad una linea più moderata che gli consenta di fare, però, grandi ascolti.

La nuova Rete 4 dovrebbe assestarsi su toni più pacati facendo a meno quindi delle trasmissioni condotte da: Paolo Del Debbio, Mario Giordano e Maurizio Belpietro. Che ne sarà di loro? Ci saranno altre occasioni?

Rete 4 si rinnova: che fine fanno i film e Quarto Grado

Secondo i ben informati Quarto Grado verrebbe riconfermato senza problemi. Gianluigi Nuzzi è riuscito a fare un ottimo lavoro negli ultimi anni. I telespettatori lo seguono senza problemi. La trasmissione si occupa dei grandi cold case, dei processi più seguiti ed attesi e continua a tener informati i telespettatori sui casi di cronaca nera che hanno sollevato l’opinione pubblica. Da Lorys Stival a Roberta Ragusa, da Elena Ceste a Marco Vannini.

In questo ambito Rete 4 ha già qualcosa che gli altri non hanno. La7 tentò proprio di portare la cronaca nera in prima serata affidando a Salvo Sottile un programma denominato Linea Gialla ma l’esperimento fallì.

Paiono, infine, confermati anche i Filmissimi. Non è però ancora detta l’ultima parola. In fin dei conti, però, perfino La7 ha l’Ispettore Barnaby e altre serie tv o film. Non è che si può riempire un palinsesto solo di talk politici o programmi di attualità.

mm
Sono una giornalista pubblicista e amo la televisione, anche i programmi trash. Una mia prof del liceo mi ha insegnato che bisogna avere la mente aperta e guardare sempre tutto. C’è un tempo per ogni cosa: un tempo per  un bel documentario, un tempo per un talk polito e un tempo per Gemma e Giorgio o il GF Vip.   Potrei riguardare all'infinito le puntate di Grey’s Anatomy e Una Mamma per amica. Divisa fra Emilia Romagna e Abruzzo, amo viaggiare e scoprire piccoli angoli di Paradiso anche se il mio habitat naturale è la spiaggia.