Rai, Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza: la programmazione

Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

La Rai celebra la Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza con una speciale programmazione: ecco dove

Il 20 novembre si celebra la Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Nel 1989 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò una convenzione per tutelare i diritti di minori e ragazzi: per la prima volta venivano riconosciuti diritti civili, sociali, politici ed economici anche ai bambini, alle bambine e agli adolescenti. In occasione di questo importante anniversario, la Rai ha deciso di celebrare questa giornata con una speciale programmazione televisiva.

Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza sulla Rai

Anche per il 2018 la Rai si conferma impegnata a promuovere la Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Uno speciale anniversario festeggiato con un palinsesto appositamente dedicato nell’ambito grazie alla partnership siglata tra il Servizio pubblico alla campagna di comunicazione promossa dal Garante per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Martedì 20 novembre si comincia su Rai1 con “Uno Mattina” nel daytime e poi nel pomeriggio con “La Vita in diretta” con la presenza della Garante Filomena Albano. Anche Rai2 si occuperà di questa giornata con una serie di dibattiti a “Mezzogiorno in Famiglia” e “Detto Fatto”, mentre su Rai3 se ne occuperà “Tutta salute” nella fascia del mattino e “Geo” nel pomeriggio.

Rai1 e Rai3, invece, trasmetteranno il documentario “Indifesa”, diretto da Duccio Giordano. Tra i protagonisti due volti noti di “Braccialetti Rossi”, la serie cult di successo. Si tratta di Brando Pacitto e Mirko Trovato, che si sono recati in Perù per conoscere i progetti di ‘Terres des Hommes’ per sostenere i programmi ‘Indifesa’, nati per contrastare la violenza e lo sfruttamento delle bambine e delle ragazze andine nell’area di Cusco. Il film sarà trasmesso su Rai3 nel pomeriggio di martedì 20 novembre, mentre su Rai1 andrà in onda mercoledì 21 novembre in terza serata. Infine il 26 novembre sempre su Rai3 spazio a “Quante Storie”, condotto da Corrado Augias, dove si discuterà dei diritti dell’infanzia con la partecipazione del pedagogista Daniele Novara.

La programmazione su Rai YoYo e Rai Premium

Programmazione speciale anche su altri canali Rai. A cominciare da Rai Yoyo dove, il 20 novembre, alle ore 8.00, andrà in onda “La posta di Yoyo – I Diritti dei bambini”. Carolina, Lorenzo e Lallo il Cavallo giocheranno a mettere in scena i diritti fondamentali dei bambini parlandone in maniera comprensibile e divertente. Rai Gulp poi si occuperà della Giornata anche con “Snap” con tre appuntamenti al mattino e due repliche pomeridiane.

Su Rai Premium, invece, martedì 20 novembre andrà in onda alle 19.25 il film “Il Bambino Cattivo” di Pupi Avati. Il protagonista è Brando, un bambino di 11 anni, figlio di una famiglia che sta per disgregarsi. I suoi genitori Flora e Michele, sono una coppia di professori universitari oramai in conflitto da anni. In terza serata, invece, spazio al talk show “Brava!”, condotto da Roberta Capua.

Anche Rai Storia celebra la giornata. Martedì 20 novembre dalle ore 15.00 andrà in onda “Diario Civile – Infanzia negata”. Si tratta di un reportage del 1979 di Giuseppe Marrazzo realizzato tra i vicoli di Napoli ad inseguire i ragazzini che si guadagnavano da vivere con scippi e rapine. Un ritratto spietato e tenero di piccoli scugnizzi, che già si atteggiavano ad adulti, e che forse avrebbero intrapreso la strada del crimine, negli anni dello strapotere camorristico.

Ma non finisce qui l’impinzo dell’azienda di Viale Mazzini. Le Reti Rai, infatti, dal 26 novembre al 2 dicembre sosterranno la raccolta fondi a favore dei programmi di Unicef presenti in ben 190 Paesi. Si tratta di programmi finalizzati a diversi settori: dalla salute all’istruzione, dalla protezione al tema dell’inclusione sociale, fino all’importanza dell’acqua e al tema della lotta alla povertà e alla malnutrizione.

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here