Paolo Bonolis resta a Mediaset per altri due anni. Avanti un altro in prima serata l’8 giugno.Bonolis condurrà Sanremo 2018?

Paolo Bonolis

Con tanti grandi nomi che vengono dati in uscita dalla Rai, coinvolti nelle girandole dei passaggi di rete, c’è chi resta fermo. Paolo Bonolis, il popolare conduttore, ha rinnovato in questi giorni il suo contratto con Mediaset.

Ancora per due anni dunque Paolo Bonolis farà parte della rete del biscione. Pier Silvio Berlusconi si è detto estremamente soddisfatto per l’accordo raggiunto. La stima per Bonolis è tanta, ritenendolo uno dei migliori della tv italiana.

Il ritorno di tante trasmissioni amate di Bonolis

Bonolis ha svelato che sono previste nel corso di questo bienno, il ritorno di tante trasmissioni amate dal pubblico.

Rivedremo dunque Ciao Darwin, Il senso della vita (in versione rinnovata nel prime time d’Italia 1), lo show Music. Ed ancora Chi ha incastrato Peter Pan ed Avanti un altro, ovviamente. Inoltre condurrà la nuova edizione di Scherzi a parte.

Avanti un altro dall’8 giugno in prima serata

Edizione serale per il popolarissimo e seguitissimo Avanti un altro. Tornerà in prima serata su Canale 5 alle 21,10. Sarà una puntata speciale con tanti ospiti vip come concorrenti.

Si è  vociferato spesso che Bonolis potesse passare in Rai. Il conduttore ha confessato che con la rete di stato ha sempre lavorato bene, ma con Mediaset c’è un dialogo continuo. C’e una maggiore affinità anche con il suo stile di vita, fa capire Bonolis.

Il fattore economico è stato incisivo nella scelta, sebbene la Rai avesse fatto una offerta allentante.

Bonolis condurrà il prossimo festival della canzone?

È recente la notizia che il prossimo futuro del Festival di Sanremo potrebbe essere lontano dal Teatro Ariston. È stato il direttore di rete a dichiararlo durante un’intervista. Ciò fa avvalorare l’ipotesi per cui il prossimo conduttore di Sanremo, potrebbe essere proprio Bonolis.

Il conduttore, interrogato se sarebbe stato disponibile a condurre l’edizione 2018, diede una risposta che suona come una profezia ora.

Egli disse che certo l’avrebbe fatto, ma magari in una location diversa da quella del cinema teatro. Così sarebbe possibile, secondo Bonolis, un racconto musicale più contemporaneo.

E guarda caso, ora esce la dichiarazione del direttore di Rai Uno, Andrea Fabiano.

Che dire due indizi fanno una prova? Vedremo.