[Clamoroso] Il Festival di Sanremo, non più all’Ariston? Il Direttore di Rai Uno conferma

sanremo

Il Festival di Sanremo potrebbe presto cambiare location, e dire addio allo storico  Teatro Ariston. E’  da quasi un quarantennio, che il Teatro ospita la kermesse canora più famosa dello Stivale, ma pare che i tempi siano maturi per operare un bel cambiamento.

Eccezion fatta, del 1990 in cui il Festival non venne celebrato nel famoso Teatro Ariston, ormai è una consuetudine e quasi un sillogismo perfetto, che <Sanremo e Ariston> siano la stessa cosa.

Sanremo non più all’Ariston, verità o solo un paradosso?

Si tratta di un paradosso o c’è un fondo di verità? Beh stando alle dichiarazioni del direttore di Rai Uno, Andrea Fabiano, pare proprio che presto il Festival avrà un’altra location:

Andrea Fabiano, in una intervista rilasciata al quotidiano La Stampa:

La città di Sanremo è d’accordo sull’idea di spostare la manifestazione in un luogo più ampio. Ci arriveremo. Magari non l’anno prossimo, ma è il futuro.

Poche parole, tuttavia  sufficienti, per avere un’idea di quale sarà il futuro della Kermesse canora più amata e prestigiosa del nostro Paese. L’uscita non è forse casuale e, vista la fonte, dovrebbe avere anche delle basi solide.

Il prossimo conduttore del Festival di Sanremo?

E il pensiero corre immediatamente alle dichiarazioni di Paolo Bonolis, da molti dato in pole position come conduttore per l’edizione 2018. Il presentatore romano si era infatti detto pronto a condurre ma soltanto in caso di un cambio di location.   

Il Festival di Sanremo potrebbe essere appetibile per il mio gruppo di lavoro solo se volesse cambiare veramente. E credo che all’Ariston Sanremo non possa cambiare. Quello è un luogo circoscritto, si è fatto tutto il possibile lì. Se la sede cambiasse, allora sì che mi divertirei veramente.!!

Quindi, stando alle parole di Fabiano,  un Bonolis a Sanremo 2018 è una possibilità concreta per la Rai.

bonolis

Certo appare strano che si debba stravolgere “una macchina ben oleata” e che funziona benissimo, e che macina ascolti strepitosi.

In queste ultime edizioni di Conti infatti, gli ascolti hanno premiato la rete e hanno portato un risultato notevole con punte anche di 11 milioni di telespettatori, quindi, parafrasando il linguaggio sportivo: “winning strategy, cannot change ” (strategia  vincente , non si cambia).

Perchè questa novità? Lo scopriremo “solo vivendo”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteOnore e il rispetto 5: Clamorose rivelazioni di Gabriel Garko
Prossimo articoloAnticipazioni UPAS dal 22 al 26 maggio 2017: una speranza per Viola | Un Posto al Sole
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..