Mondiali di Nuoto di Budapest: commenta Tania Cagnotto, anche se non a tutti piace

Tania Cagnotto

32 anni, un passato da tuffatrice coi fiocchi, un destino scritto nel DNA. Tania Cagnotto ha inaugurato la sua nuova vita, quella nata una volta dato l’addio ai tuffi.

Ora Tania è ancora nel suo ambiente naturale, la piscina, ma non più da protagonista. Non è più lei a tuffarsi infatti, lei ora può solo commentarle le esibizioni.

Tania Cagnotto, la più grande tuffatrice italiana  di tutti i tempi

1 metro e sessanta di energia e grinta, Tania, altoatesina di Bolzano è una grande atleta del patrimonio italiano. Lei l’acqua ce l’ha nel DNA.

Il papà Giorgio, ora suo allenatore, ha vinto diverse medaglie in campo europeo e mondiale, la mamma invece dominava la scena dei tuffi negli anni sessanta. Come poteva non nascere un fenomeno da questi due campioni?

Tania è la prima donna italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale nei tuffi e l’unica ad aver vinto una medaglia d’oro, oltre ad essere la tuffatrice europea con il maggior numero di podi in carriera.

Alle Olimpiadi di Rio del 2016 si è aggiudicata la medaglia di bronzo dal trampolino di 3 metri e quella d’argento nel trampolino sincro in coppia con Francesca Dallapé.

Lo scorso settembre la bella atleta è convolata a nozze con lo storico fidanzato, Stefano Parolin, in quel dell’Isola d’Elba.

Tania ha prestato il suo volto a campagne solidali o sociali, per esempio la cuffia del cuore per aiutare i terremotati di Amatrice. Ora è ambassador di Arena Acquamica progetto che avvicina i bambini allo sport.

La nuova vita di Tania Cagnotto

Chiuso con le competizioni, Tania ha deciso di dedicare più tempo a se stessa senza l’ansia pre gara, che come ha dichiarato, non le manca per nulla e che la mangiava viva!

Certo 20 anni di carriera ad alti livelli hanno il loro peso sulla vita di un atleta, ma ora Tania potrà alzarsi la mattina e decidere al momento cosa fare nel corso della giornata.

Nei suoi progetti c’è sicuramente la maternità, ma ora preferisce aspettare e godersi il suo matrimonio, ancora fresco.

Intanto è tornata a bordo piscina per iniziare la sua nuova avventura da commentatrice Rai. Chi meglio di lei potrebbe farlo, d’altronde?

Via ai commenti!

A Kazan nel 2015, Tania vinse la medaglia d’oro per i tuffi dal trampolino e dopo due anni la campionessa ricorda l’evento su Twitter, annunciando il suo primo giorno da commentatrice tv.

Certo vedere le gare dalla postazione per una che era abituata fino a pochi mesi fa a viverle in prima persona, non deve essere facile. Infatti ecco il post su Instagram:

“Eh già.. son passati 2 anni da questo meraviglioso giorno a #kazan2015 e domani inizia il mio primo #mondiale da #commentatrice  sarà dura guardare la mia gara ma sarò comunque lì con la mia squadra a tifare!! Forza azzurri! fatemi esaltare in telecronaca #worldchampionship #budapest”.

Sembra farle eco la sua compagna di medaglie, neo mamma, di una bimba di pochissimi mesi, Francesca Dallapè che mentre guarda i mondiali da casa sembra sentire nostalgia della vasca.

Quella erre di troppo

Fa strano del resto non vederle in costume sul trampolino. Fa strano anche sentire la voce della Cagnotto commentare le prestazioni.

Quella voce molto nota con quella erre moscia tipicamente altoatesina che la distingue da tante altre. Ma a qualcuno proprio non è piaciuta, anzi dà addirittura fastidio.

Alcuni utenti hanno affermato che sarebbe addirittura sgradevole, tanto da inficiare sulla qualità dell’audio.

Ecco alcuni commenti raccolti su Twitter:

“Tanto è brava la Cagnotto quanto irritante la sua voce, oppure “La voce di Tania Cagnotto rende insopportabili i tuffi!“.

Per fortuna i commenti non sono tutti di questo tenore, anche se è da rilevare che altri utenti avrebbero sollevato polemiche (sterili) verso la Cagnotto, rea di fare troppo la tifosa. Sostengono, tali internauti, che la campionessa sarebbe troppo di parte e che guferebbe troppo.

Ma d’altronde cosa altro dovrebbe fare? Sta commentando le gare della sua nazionale, non si può nemmeno pretendere che tenga per gli altri!

In aggiunta Tania conosce gran parte degli atleti azzurri, la sua partecipazione è più che legittima.

Leggete questo post su Twitter in cui celebra la vittoria di Giovanni Tocci, c’è tutto il suo animo:

Facciamo tanti auguri a Tania Cagnotto per la sua nuova esperienza televisiva. Buon lavoro!