Micol Azzurro: “La mia esperienza a Sanremo 2019. Sono dalla parte di Ultimo” | INTERVISTA ESCLUSIVA

Micol Azzurro
L'attrice Micol Azzurro

La redazione di Super Guida Tv ha intervistato in esclusiva Micol Azzurro, attrice e showgirl italiana. Micol di recente è stata ospite all’Opening Party del Festival di Sanremo 2019. L’attrice ha raccontato ai nostri microfoni le emozioni vissute all’Ariston ed ha ripercorso la sua carriera.

Micol Azzurro, intervista esclusiva

Dagli impegni al cinema e in televisione al ricordo di Fabrizio Frizzi, fino all’Opening Party all’Ariston di Sanremo e ai progetti futuri con Veronica Pivetti. Di seguito l’intervista esclusiva a Micol Azzurro.

In questi giorni Sky sta proponendo “Non è vero ma ci credo”, film del quale sei stata protagonista. Mi racconti la tua esperienza sul set e il rapporto che si è creato con gli attori del cast?

Sul set si è creata un’atmosfera di grande familiarità. Per me la familiarità era un dato di fatto, perché con Nunzio Fabrizio e Paolo Vita già avevo lavorato come dj a Magic Tv. Ci siamo sempre trovati bene insieme e ritrovarci sul set è stato un gran stupore. Ci siamo ritrovati dopo dieci anni. È stata un’esperienza molto divertente.

Nello stesso anno hai recitato anche nel cast di “Amici come prima”, il nuovo film di Christian De Sica e Massimo Boldi. Com’è stato recitare con loro e, al di là degli attori, che persone sono?

Massimo è un simpaticone, una persona piena di vita e molto umile. Sul set sia lui che Christian sono molto generosi. Sono due grande personalità del cinema, io li ammiro e sono cresciuta con i loro film. Per me è un ricordo affettivo, oltre che lavorativo, poter condividere una pellicola insieme a loro.

Ripercorrendo un po’ la tua carriera, uno dei tuoi programmi d’esordio è stato “La botola” condotto dal compianto Fabrizio Frizzi. Mi racconti che ricordo hai di lui?

Ho un ricordo meraviglioso di Fabrizio. Il ricordo personale che ho di Fabrizio legato a quell’esperienza è che spesso si ‘inceppava’ con i passi, perché veniva coinvolto nei nostri balletti. Lui è sempre stato al gioco, sempre disponibile. Un altro ricordo che ho di lui e che mi lega particolarmente è il fatto che, essendo un bambinone, una persona che non si è mai presa sul serio, gli piaceva fare le voci e io sapevo fare quella di Paperino. Spesso mi chiedeva di fare la voce di Paperino, poi ci provava lui ma non ci riusciva e rideva. Quando se n’è andato mi ha fatto piangere per giorni. Fabrizio sapeva entrare nel cuore delle persone.

In seguito sei stata impegnata in televisione con fiction di gran successo: da “Don Matteo” a “Il peccato e la vergogna”, fino a “Non è stato mio figlio”. A quale sei più legata?

La ladra con Veronica Pivetti. Per me è stato l’esordio come protagonista di serie e mi ha regalato tanto. Si è creato un bellissimo rapporto con Veronica Pivetti e ancora oggi ci sentiamo.

Durante la tua carriera hai lavorato al cinema, in televisione e anche a teatro: se oggi ti chiedessi di scegliere, cosa mi diresti?

Non posso rispondere. Sono tutte esperienze professionali che ti danno tantissimo in maniera differente. Cambiano le emozioni, perché l’impatto con il pubblico è differente, ma sono tutte espressioni lavorative che ti riempiono. Sono molto fortunata ad aver avuto la possibilità di farle tutte e tre. Fare teatro per me è proprio un’esigenza fisica, come fare palestra.

In questi giorni sei stata all’Opening party del Festival di Sanremo. Mi racconti che esperienza è stata?

Al Festival sono stata la prima volta a diciannove anni e registrammo le interviste per una trasmissione di Magic Tv. Ritornare all’Ariston è stata una bellissima emozione.

Cosa ne pensi di quello che è successo con il televoto e quale era la tua canzone preferita?

Sono dalla parte di Ultimo. La giuria popolare deve avere maggiore peso e i voti devono essere più chiari. Lasciamo decidere al popolo, perché saranno loro a comprare quei dischi. Non è giusto che il popolo spenda soldi, ma con il 40% non riesca ad eleggere un cantante. La mia canzone preferita è quella di Ultimo.

Sei sposata dal 2015 con l’ex calciatore Matteo Contini, ma non sei ancora diventata mamma: ti piacerebbe?

Sì, non ancora, ma piacerebbe ad entrambi.

Restando sul calcio, oggi le mogli dei calciatori o degli allenatori hanno un peso molto importante. Wanda Nara, ad esempio, è addirittura l’agente del marito Mauro Icardi. Tu che moglie sei? Interferisci con la professione di tuo marito o gli lasci libera scelta?

Ti do una risposta che è tutto il contrario di tutto: nella vita professionale ognuno deve pensare per sé, ma in una famiglia tutti devono pensare per tutti. Mio marito ha bisogno di me per scegliere e valutare, così come io ho bisogno di lui.

Tornando alla tua carriera, ci sono progetti in cantiere?

Sì, c’è una web series che uscirà a breve con Veronica Pivetti.

Ti senti pronta per partecipare ad un reality show?

Sì, certo. In questo momento non ci si può esimere dai reality show. Potrebbe succedere, dunque, che nel mio percorso possa fare un reality.

Quale preferisci?

Un reality nuovo. In quelli visti e stravisti sono già state raccontate tutte le dinamiche. Dato che non mi ritengo una donna scontata, mi piacerebbe fare qualcosa di nuovo.

Ringraziamo l’attrice e showgirl Micol Azzurro per l’intervista e gli auguriamo un futuro lavorativo roseo.

mm
Diplomato al Liceo classico, frequento il terzo anno del Cdl in Lettere moderne. Sono Giornalista pubblicista da aprile 2017 e scrivo principalmente di calcio, anche se in passato mi sono occupato molti di spettacolo, gossip e TV. Scrivere è più che una passione per me e spero che mi seguiate in tanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here