Leonardo Fiaschi direttamente da “Tale e Quale” in un’intervista esclusiva per SuperGuidaTv.

Direttamente dal palco  di Tale e Quale Show, programma leader del venerdì sera di RAI UNO, in esclusiva per voi amici di SuperGuidaTv, un’intervista a 360 gradi al comico, cabarettista nonché cantante toscano Leonardo Fiaschi.

Si è fatto conoscere a Italia’s got talent, dove è arrivato fino alla semifinale, e a Colorado Cafè per le imitazioni strepitose di Gordon Ramsey e Marco Berry.

Calo Conti, “arruolandolo” nel cast di Tale e Quale dice di lui:

È giovane, è bravo ed è fresco. Proprio come Cicchella lo scorso anno, sono sicuro che si farà notare

Il talento quando c’è….SI VEDE!!

Il tuo  talento è indiscutibile, mi vengono in mente le tue  imitazioni perfette da Marco Masini a De Sica, e sarebbe lunga la lista. Come hai scoperto, di avere questo talento? E i tuoi genitori ti hanno incoraggiato, od ostacolato?

Io volevo fare sino a 8 anni l’astronauta, dagli 8 ai 16 niente, dai 17 ai 17 l’amministratore di condominio e dai 18 in poi il cabarettista.

Ho scoperto tutto quando ero piccolo, imitavo i parenti durante le cene di natale; le scuole medie le ho vissute come se fossero il Medioevo, poi scuole superiori (ho avuto la fortuna di frequentare una scuola dove i ragazzi di quinta invece di fare i bulli ti aiutavano ad integrarti nel gruppo) organizzavamo spettacoli dove imitavo i personaggi famosi.

I miei genitori hanno fatto sempre di tutto per rendermi felice, si sono sempre fidati del mio intuito,  mamma da piccolo mi chiedeva di stare in casa con lei spesso, ma io volevo andare a scuola.

Sei stato l’autore materiale dello scherzo telefonico fatto a Paolo Brosio, con la “voce” di Papa Francesco. Che effetto ti ha fatto vedere lo sgomento, l’emozione e lo stupore di Brosio? E tu, personalmente che rapporto hai con Dio?

MI è dispiaciuto molto sentirlo piangere al telefono, non avremmo mai pensato ad una reazione simile, però come nelle favole “ tutti vissero felici e contenti” perché alla fine Paolo ha incontrato davvero il Papa.

E’ stato più difficile per me incontrare Brosio che per Brosio incontrare il Papa infatti ci siamo visti per la prima volta in capannina un mese fa,  dopo due anni, è stato tutto divertente, aveva la cover del cellulare con il Papa, io ne voglio una con Brosio.

Credo in Dio, è un tasto che divide il popolo quindi è sempre meglio non schierarsi, come in politica, diciamo che seguo molto la filosofia dell’oratore tedesco E.Tolle e del maestro spirituale Neville Goddard, sono agnostico, Dio c’e’ ma siamo noi?

Ed Eccovi il fatidico incontro di cui accenna Leonardo!

Comicità e tristezza, risvolti di una stessa medaglia?

Un simpaticone come te, che mostra sempre una verve comica, bizzarra e versatile ha mai dei picchi di umore nero? Si dice che i più grandi comici, in realtà siano molto tristi nella vita, mi viene in mente Totò… Cosa mi rispondi in tal senso?

Evito sempre la tristezza, perché non abbiamo motivo di essere tristi, piangere si fa bene, la rabbia no, ci toglie energia.

Mi fa arrabbiare chi scherza con gli altri e poi si prende sul serio. Ognuno nella sfera privata fa quello che vuole, forse è un modo per ricaricarsi.

Leonardo: Italia’s Got Talent, Colorado Cafè, ora Tale e Quale Show, dove vuoi arrivare? C’è qualcosa che ti piacerebbe fare in modo particolare ma non ti è stato ancora chiesto? Una  buona occasione per farlo sapere!

Mi sento pronto per il Cinema, la mia vena surreale potrebbe essere utile :-),  ma per ora al Cinema ci vado e spendo pure 5 euro di pop-corn.

Vorrei fare un film con Virzì, ad ogni intervista faccio un appello, non si offenda Spielberg.

Colleziono dvd, per ora ne ho 2500. Riprenderò sicuramente con la mia grande passione “Il Teatro”. Abbiamo tanti spettacoli pronti nel cassetto.

< se Virzì legge questa intervista è pregato di contattare Leonardo!>

Alcuni cattivelli, hanno “sentenziato” che tu  saresti  il super favorito del programma di Carlo Conti, perché entrambi toscani. Di fatto hai imitato quasi sempre, dei “toscanacci”: da Jovanotti, Masini, a Benigni, e alla stessa Nannini. Cosa accetti, e cosa rispedisci al mittente?

Accetto tutto, ascolto tutti, apprezzo la loro critica, credo sia stata più una coincidenza, poi tutto è buono per trasformarlo in scusa.

Quando imiti i cantanti non esistono dialetti o altro, ma soprattutto quando imiti devi prendere il timbro della voce e i movimenti, avete mai visto uno che si muove come un toscano?

O uno che si muove come un valdostano? SI sono dimenticati che dopo ho imitato 3 milanesi J-ax, Ruggeri e Antonacci.

Qual è il tuo “cavallo di battaglia”? nel senso, qual è l’imitazione che più ti  piace e in cui riesci meglio?

Mi diverto molto ad imitare l’allenatore della Juve Max Allegri, perché lo stimo come persona (essendo un amico) e come sportivo.

Poi mi diverto molto ad imitare personaggi surreali, o personaggi che incontro per strada.

Che tu sappia, c’è qualcuno dei  personaggi che hai imitato, che si è risentito, insomma non ha gradito? (oddio sei talmente bravo e simpatico che sarebbe un’eresia se fosse accaduto, ma questo è il mio punto di vista!!)

 Devo ancora capire se Mika l’ha presa bene o male. Potete chiamarlo?

L’ironia di Leonardo è fantastica, come non apprezzarla?

Se ti dico… “Quanto t’ho amato e quanto t’amo non lo sai” cosa ti viene in mente?! Pensieri in libertà…

E’ una frase d’amore rivolta alla pensione credo.

L’Amore in generale, è una dichiarazione d’amore che dovremmo fare da figlio ai genitori, da nipote ai nonni, da fidanzato alla fidanzata.

Fatelo tutti, è così bello, poi il tempo passa e un giorno diremo “perché non gli ho mai detto quanto l’ho amato/a”.

leonardo-fiaschi

Come nasce l’imitazione di un personaggio? Da cosa parti, per carpirne l’essenza? E quanto, trasferisci di te nei personaggi che “interpreti”?

Lo studio in 3 fasi, guardo un video senza la voce, per far caso ai movimenti, poi solo voce, chiudendo gli occhi, poi  guardo il video per intero.

L’importante è cogliere l’anima del personaggio, poi se la voce non e’ perfetta fa niente.

Il vincitore di Tale E Quale Show

Chi vince Tale e Quale Show? Fermo restando che potresti  essere tu, quale altro tuo collega reputi all’altezza? (non dirmi diplomaticamente che sono bravi tutti!! J)

Cicchella e’ bravissimo, un vero professionista, uno dei migliori in Italia, adoro Lopez e Solenghi, molto bravo anche Manlio Dovì, alcuni  hanno  una voce molto bella se non bellissima, che però viene confusa con un imitazione fantastica.

Ho legato molto con Deborah Iurato che è una forza della natura, con Gabriele Cirilli e Biaca Atzei, Vittoria Belvedere , con la Trotta Cicchella, Papi e anche con gli altri, è davvero un bel gruppo.

(in buona sostanza mi hai risposto che sono bravi tutti!! ahaahah)

Leonardo e… l’amore

“…amo la fantasia dei bambini, i cani, i cani con la fantasia dei bambini…” Questa citazione ti è familiare? Sei fidanzato da 13 anni con Camilla, livornese come te. Quanta voglia di paternità?

Adoro i bambini perché non hanno i filtri e perché hanno la possibilità di mettersi le dita nel naso senza essere giudicati !

La paternità arriva da se, quando ci saremo realizzati entrambi nel lavoro, per dare garanzie ad un bambino.

Ho una nipotina che si chiama Marta ha 4 anni, che amo follemente, so già che sarà una grande attrice! 🙂

Bene la nostra chiacchierata finisce qui, ti ringrazio a nome mio e di SuperGuidaTv  per la tua disponibilità e la proverbiale simpatia toscana.

Ti faccio  un grosso in bocca al lupo per il programma e magari di vincerlo!! 

Cari amici di SuperGuida vi allego un video messaggio di saluto del nostro Leonardo per noi e per voi!

 

CONDIVIDI