Isola 2018: l’ex naufraga Giulia Calcaterra rivela particolari shock a Striscia la Notizia. “Tutto pilotato”

Giulia Calcaterra

Isola dei Famosi 2018, Giulia Calcaterra ex naufraga dell’edizione 2017 rivela particolari shock sul reality attraverso una testimonianza telefonica fatta a Striscia La Notizia.

Isola 2018, Giulia Calcatterra rivela: “Marijuana anche all’Isola 2017 e pressioni degli autori”

Il tg satirico di Antonio Ricci non si ferma e continua a indagare sul canna-gate all’isola dei famosi. E’ ormai consuetudine di Striscia la Notizia “indagare” fino allo sfinimento per aggiungere altri particolari morbosi su quella che è stata una delle edizioni più brutte del reality targato Magnolia.

Striscia infatti, è andata a “scomodare” una ex naufraga dell’edizione del 2017, che incoronò Raz Degan Vincitore, Giulia Calcaterra.

Testimonianza di Giulia Calcaterra a Striscia la Notizia

Ormai, Striscia la Notizia è l’unico programma Mediaset che si occupa del famoso canna-gate e stavolta lo fa attraverso la testimonianza telefonica di una ex naufraga, Giulia Calcaterra che partecipò l’anno precedente.

Nella Puntata di ieri sera 8 marzo la campionessa di ginnastica ed ex Velina di Striscia (chissà perché le “testimoni” hanno tutte lavorato con Ricci) ha affermato che anche nell’edizione del 2017, 3/4  naufraghi prima del trasferimento a Playa Uva avrebbero fumato marijuana.

Giulia Calcaterra e la testimonianza integrale a Striscia la Notizia

All’inizio era molto palese che volessero incitarmi a creare una love story con Simone (Susinna).

Dichiara Giulia Calcaterra al telefono con Valerio Steffelli, e poi aggiunge:

Un’altra volta mi hanno detto di non dire davanti alle telecamere che alcuni giochi fossero pilotati, che si favoriva molto Raz Degan… da dentro lo notavamo tutti che era trattato diversamente.

Abbiamo visto tutti più volte Raz entrare nella capannina della produzione a rompere le scatole per tutte le cose di cui aveva bisogno.

Quando l’abbiamo fatto presente ci è stato detto di non ripeterlo mai più davanti alle telecamere”.

Insomma, a sentire le due testimoni Eva Henger e ora, Giulia Calcaterra, l’Isola è un “bivacco di cannaioli” e un programma tutto pilotato dove di vero non c’è assolutamente nulla.

Ovviamente accuse che devono essere verificate e che se Magnolia deciderà di rispondere (come ci auguriamo) vi daremo comunicazione immediata.

In verità, per chi ha seguito la scorsa edizione dell’Isola dei Famosi ricorda sicuramente la rivalità che c’era tra Giulia e Raz. Una rivalità che partiva da una simpatia dell’ex velina per il modello israeliano tanto che una volta questi sbotto:

Ma ti piaccio per caso?

Poi, ci si domanda sempre più spesso, perché queste accuse spuntano sempre dopo e non mentre si sta facendo il programma. Forse per guadagnare un po’ di visibilità ormai perduta?

Domande che non hanno una risposta ma che sarebbe opportuno discutere nelle sedi adatte e non in tv.

Dell’isola dell’anno scorso ricordiamo un naufrago eccezionale, Raz che si è speso per il gruppo e che in cambio ha ricevuto solo invidia e disprezzo. Tutti hanno amato gli insegnamenti di Raz e le sue parole e questo attacco trasversale ci fa solo sorridere.

E voi che ne pensate? Raz era favorito dalla produzione o si è meritato tutto?

CONDIVIDI