Il terzo indizio, anticipazioni 30 gennaio: le storie di Monica Ravizza e Rossanna D’Aniello

il terzo indizio stasersa in tv

Anticipazioni terza puntata de Il terzo indizio di Barbara De Rossi racconta le storie di Rossana D’Aniello e Monica Ravizza

Ritorna l’appuntamento con “Il terzo indizio, il nuovo programma condotto da Barbara De Rossi in prima serata su Retequattro. Questa settimana al centro dello spin-off di “Quarto Grado” spazio a due storie di follia omicida. Vediamo tutte le anticipazioni.

Il terzo indizio 2018: puntata di martedì 30 gennaio

Martedì 30 gennaio 2018 alle 21.15 circa appuntamento in prima serata su Rete 4 con “Il terzo indizio, il programma prodotto dalla testata Videonews e condotto da Barbara De Rossi.

Questa settimana lo spin-off di “Quarto Grado” accende i riflettori su due storie di follia omicida. La prima riguarda Rossanna D’Aniello ritrovata senza vita dopo una serie di coltellate alla gola. Un femminicidio terribile che viene ricostruito e raccontato durante la terza puntata del programma come una sorta di docu-fiction con la voce narrante di Francesco Cataldo.

Il terzo indizio: le storie di Rossanna D’Aniello e Monica Ravizza

Chi era Rossanna D’Aniello? Rossana era una funzionaria di banca, una donna sposata con due splendide figlia e una vita realizzata. La sua quotidiana serenità viene travolta da una serie di chiamate anonime che la donna riceve anche nel cuore della notte. Dopo una serie di indagini gli inquirenti scoprono che il mandante è una donna: si tratta di Daniele Cecchin che confessa l’omicidio.

La Cecchin ha barbaramente ucciso la D’Aniello con una serie di coltellate alla gola per semplice invidia verso il marito della vittima, suo ex compagno di scuola. Daniela Cecchin è stata arrestata e condannata a 30 anni di carcere poi ridotti a 20 anni in quanto le è stato riconosciuto un disturbo della personalità paranoide.

La seconda storia, invece, racconta tramite una docufiction la storia di Monica Ravizza. Ennesimo caso di femminicidio: questa volta la giovane 24enne è stata uccisa dal convivente con una serie di coltellate. A spingere l’uomo al folle gesto sembrerebbe essere stata la decisione della donna di non sposarla.

Una scelta che ha scatenato la follia omicida del compagno che dopo aver accoltellato Monica ha cercato anche di togliersi la vita dando fuoco all’abitazione. A ritrovare il cadavere della vittima sono stati i Vigili del Fuoco chiamati dai vicini di casa. L’uomo è stato condannato a 18 anni di prigione poi ridotti in appello a 16 anni.

Potrebbe interessarvi: Stasera tutto è possibile, la quarta puntata di martedì 30 gennaio 2018

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.