Domenica Live o Domenica In: chi avrà vinto la “guerra” degli ascolti Auditel?

Domenica In

Come saranno andati gli ascolti di ieri domenica 22 ottobre tra Domenica In, arrivata alla seconda puntata, e Domenica Live? Beh che dire!! La Domenica In delle sorelle Parodi naufraga decisamente, navigando in bruttissime acque.

Domenica In registra ascolti pessimi

Domenica In ha infatti registrato 1.846.000 telespettatori con uno share pari a 11,13% un risultato veramente esiguo per  l’importanza della Rete (Rai Uno) e in considerazione delle “vecchie” Domenica In di Corrado o Baudo che registravano ascolti stellari.

Domenica Live vince e naviga a vele spiegate

Domenica Live stravince su tutta la linea registrando nella presentazione:

  • 142.000 pari al 11,81%
  • nel segmento Politica e Attualità 733.000 telespettatori pari a share 16,36%
  • nel segmento Storie 640.000, 16,86%

In breve,  nella prima parte 2.787.000 pari al 18,45%, nella seconda 3.065.000 pari al  18,40%.

Barbara D’Urso porta a casa il risultato

  • E insomma “Nostra signora delle Faccette” con le sue D’Urso interviste “con il cuore” stravince nettamente sulle sorelle Parodi. Qual è il segreto di Barbara? Sicuramente la sua grande solarità, e ovviamente il portare in campo gli argomenti che piacciono al pubblico, perlomeno a quello super fidelizzato di canale 5.
  • Se la D’Urso sfodera gli ex concorrenti del GFVip, che si confrontano su quello che è successo in Casa e fuori, le sorelle Parodi sperano di conquistare il pubblico con le ricette in stile “cotto e mangiato” e con dei temi di cronaca e di attualità in stile “La vita in diretta”.

Domenica In: perde ancora una volta. Tutto da rivedere?

E dunque, nonostante la presenza di Enrico Brignano e della sua compagna, neo genitori le Parodi non ce la fanno a superare la curva dell’Auditel, che scende inesorabilmente rispetto alla prima puntata.

e poi ancora:

  • Paola Turci

  • Giovanni Allevi
  • Dodi Battaglia

A nulla sono serviti nemmeno gli spazi comici affidati a Lillo& Greg e a Marco Marzocca. O gli altri compagni di avventura Claudio Lippi e Adriano Panatta.

Sulla professionalità della Parodi (Cristina) giornalista non ci sono dubbi ma in “duetto” con la sorella non funziona proprio.

Domenica Live un successo inarrestabile

Il contenitore domenicale della rete del Biscione ha uno schema consolidato e funziona. Aldilà delle critiche che riceve continuamente la D’Urso il programma attira molto di più della Domenica In Rai perchè si nutre di gossip, pettegolezzo spicciolo ed è (purtroppo) quello che piace oggi.

Da notare che il picco di ascolto è proprio con i personaggi del GFVip e di Uomini e Donne: la lettera di Soleil Sorge a Barbara D’Urso ha creato un’attesa spasmodica. Per non parlare del figlio (presunto) segreto di Julio Iglesias che ha scelto proprio il programma della D’Urso per parlare della sua situazione.

Ci dispiace ma le sorelle Parodi sono state decisamente “asfaltate” dalla D’Urso e i suoi ospiti, tra l’altro anche con la querelle tra Serena Grandi e il figlio Edoardo e Corinne Clery e il suo compagno Costabile.

Forse, e lo diciamo con cognizione di causa, togliere l’Arena di Giletti che per altro invece, “asfaltava” Barbara nella parte iniziale del programma  non è stata un’idea brillante né opportuna. I programmi si confezionano su misura, su quelli che sono i gusti dei telespettatori, e ci pare che la Rai non ci stia riuscendo, almeno per quel che riguarda la domenica!

In breve, le Parodi stanno alla Domenica come un locale affollato d’estate senza air condition.

mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here