Domenica In, Mara Venier in conferenza stampa: “devo tutto alla Rai”

Mara Venieri - Rai

Si è svolta a Roma la conferenza stampa della nuova edizione di “Domenica In” con il ritorno di Mara Venier: ecco alcune dichiarazioni della “zia d’Italia”

Oramai ci siamo. Tutto pronto per la Domenica In 2018 targata Mara Venier. Questa mattina alle ore 12.00 presso la Sala A in Viale Mazzini a Roma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione del contenitore domenica di Rai1 con la partecipazione della conduttrice, il direttore di Rai1 Angelo Teodoli e la capostruttura Rai. Ecco cosa ha detto la Venier, emozionantissima per il suo ritorno in Rai.

Domenica In, Mara Venier: “devo tutto alla Rai e all’affetto del pubblico”

Non mi è mancato nulla, sono sincera“. Sincera come sempre, Mara Venier non ha nascosto di essere stata bene in tutti questi anni lontana dalla Rai.

Anni che l’hanno vista sempre protagonista in tv e sempre amata e coccolata dal suo pubblico. “Mi sono molto divertita, ho fatto dei programmi poco impegnativi, molto divertenti” ed anche pagati bene come ha sottolineato lei stessa. “Non ho rimpianto nulla, mi sono goduta quello che è arrivato senza cercarlo” racconta una serena Mara Venier in conferenza stampa.

Alla vigilia della partenza della nuova edizione di “Domenica In“, al via da domenica 16 settembre su Rai1, la conduttrice non nasconde di avere paura, anzi tra le righe dice: “sono terrorizzata, emozionata, preoccupata“.

Il ritorno in Rai significa davvero tanto per la conduttrice veneta, che ha accettato  nonostante il marito le consigliasse di declinare. “Indubbiamente questa è casa mia” dice la Venier – “io devo tutta alla Rai, ma soprattutto all’affetto del pubblico che in questi 25 anni mi ha sempre dato“.

Mara Venier su Cristina Parodi: “ha fatto una buona Domenica In”

Una grandissima emozione per Mara Venier tornare in Rai. In particolare alla Dear come ha raccontato la stessa conduttrice: “E’ stata una grande emozione tornare alla Dear, emozionata di rientrare nel mio camerino delle mie prime Domeniche In, in quei camerini tantissimi ricordi”.

Alla domanda della stampa sulla precedente edizione di Domenica In condotta da Cristina Parodi, la Venier ha voluto precisare: “Cristina ha fatto una buona Domenica In adattata al suo modo di essere, alla sua personalità. E’ una giornalista.”. Zia Mara ha poi detto: “Non potrei mai fare quello che ha fatto la Parodi, abbiamo caratteri e personalità diversi”. Poco dopo è intervenuto il direttore Angelo Teodoli: “Cristina è andata benino negli ultimi tempi, ma quest’anno abbiamo voluto fare una scelta diversa“.

Una Domenica In dove l’effetto nostalgia sarà di casa. La Venier, infatti, ha raccontato di essere stata contattata da tutta la sua squadre delle vecchie edizioni, pronti a scendere in campo accanto a lei. “Tutti avrebbero voluto lavorare con me: da Masciarelli, Giurato, bisteccone mio. Tutti con un’idea: Masciarelli come istruttore di ballo, Giurato da Miami ha detto vengo, arrivo e faccio il tuo valletto“. Bisteccone, invece, si è proposto come tassista per accompagnare gli ospiti in studio.

Purtroppo la conduttrice ha dovuto dire no. “Tutto questo non è possibile” – dice la Venier – “se avessi preso i vecchi compagni sarei stata massacrata“.

Sul finale la conduttrice ha sottolineato che, in accordo con la rete, si è pensato di fare un programma del tutto nuovo anche se…Mai dire mai! Anche il direttore di Rai1 ha precisato: “nessuna preclusione a questi artisti, ma arriveranno solo in funzione dei fabbisogni che ha Mara“.

Chissà che qualche vecchio amico di Mara e del pubblico di Rai1 non possa arrivare a sorpresa!

L’appuntamento con Domenica in 2018 è da domenica 16 settembre alle ore 14.00 su Rai 1.

Potrebbe interessarti: Domenica In 2018/19 composta da 5 blocchi: il cast e l’invito social di Zia Mara

Testardo, sognatore, ironico, logorroico, attento osservatore e curioso all'ennesima potenza. Campano di origini, ma alla continua ricerca del suo posto nel mondo si laurea in Scienze Politiche e contemporaneamente completa il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. Consumatore di dischi, tele-dipendente, appassionato di cinema e serie tv. Diverse le collaborazioni: dalla carta stampata fino al passaggio al giornalismo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here