Buon compleanno Pollon! – La (quasi) dea combinaguai compie 35 anni

Pollon

Chi non si ricorda di quella piccola bambina bionda, aspirante dea figlia di Apollo, abitante dell’Olimpo? Ma sì, è lei: Pollon! Che ha fatto divertire non solo le generazioni degli anni ’80, ma anche quelle avvenire.

C’era una volta… Pollon: in tv dal 1982

Il titolo completo di questo fantastico anime giapponese è C’era una volta… Pollon. Tratto dal manga di Hideo Azuma, è stato trasmesso in patria natale a partire dall’ 8 maggio 1982.

In Italia arrivò 2 anni dopo, nel settembre 1984, esordendo nell’indimenticabile Bim Bum Bam.

Con un totale di 46 episodi da 30 minuti l’uno, C’era una volta… Pollon è una rappresentazione ironica della mitologia greca classica, in cui spesso compaiono riferimenti alla cultura giapponese.

Nel nostro paese il cartone animato è stato trasmesso fino all’anno scorso, passando per diversi canali e in diversi orari. Ultima apparizione su Mediaset Extra, in occasione della “maratona” Bim bum bam.

Gli altri personaggi

Le vicende sono ambientate nell’Olimpo, “casa” degli dei della mitologia greca, rappresentato un po’ come una cittadina dei giorni nostri, con bar, supermercati e comodità varie.

Le dee sono spesso vestite in modo sexy, con scollature vertiginose e calze a rete (!).

Ma vediamo insieme i personaggi protagonisti della storia. Figlia del Dio del Sole Apollo, è una bimba simpatica e sempre allegra, che spesso si caccia nei guai. La sua più grande ambizione è diventare una vera Dea. Per questo suo nonno Zeus, ad ogni buona azione, le regala una moneta che andrà a riempire un salvadanaio magico.

Pollon è una bambina molto positiva e, grazie ad una polverina in suo possesso, ridona l’allegria a chi l’ha perduta. Celebre la canzoncina introduttiva:

Sembra talco ma non è

serve a dare l’allegria!!

In ogni episodio assistiamo ad una nuova avventura della quasi-dea Pollon e scopriamo i diversi abitanti del monte Olimpo. Con lei ripercorriamo famose leggende della Grecia antica, quali “le ali di Icaro”, “il filo di Arianna”, “la maledizione di Medusa”…

Fino al momento tanto atteso in cui finalmente diventa una dea a tutti gli effetti.

Gli altri personaggi principali:

  • APOLLO – Dio del Sole, è il padre single di Pollon; trasporta ogni giorno il sole con un carrettino trainato da un ronzino; è pigro, svogliato e con il vizietto del bere.

Pollon

  • ZEUS – Padre di tutti gli dei, è il nonno di Pollon; è un donnaiolo incallito, infatti tradisce spesso la moglie Era con svariate dee dell’Olimpo.

Pollon

  • ERA – moglie di Zeus, è una dea bionda e provocante (indossa calze a rete e un abitino striminzito); si vendica sadicamente delle scappatelle di Zeus; è pettegola e vanitosa.
  • EROS – Dio dell’amore, è il migliore amico di Pollon, bruttino, fifone e sgraziato.

Pollon

  • POSEIDONE – Dio dei mari, è di statura gigantesca e non sa nuotare.

Pollon

La sigla di Pollon

L’indimenticabile sigla di Pollon è cantata dalla nostra Cristina D’Avena e prende il titolo di “Pollon, Pollon combina guai“. Eccola qua!

BUON COMPLEANNO, adorabile Pollon!