Bim Bum Bam ha compiuto 35 anni: ricordi e nostalgia per il programma tv per bambini.

Nostalgici in linea, oggi ripercorreremo  quella che è stata la tv per ragazzi dei favolosi anni 80.

Infatti il pupazzo rosa, che per tanti pomeriggi ci ha tenuto compagnia, insieme a Paolo Bonolis, ha compiuto 35 anni!!

Naturalmente tutti avrete capito che mi riferisco al programma tv  “Bim Bum Bam”.

La tv per ragazzi anni 80

La nostalgia e i ricordi di quei pomeriggi, passati ad aspettare i cartoni animati, “merendando” con pane e nutella, e ridendo agli sketch dei pupazzi Uan e Ambrogio rimarranno indelebili, per chi, come me, ha avuto la fortuna di vivere gli anni 80.

Bim Bum Bam andò in onda per la prima volta nell’autunno del 1981, su varie emittenti locali per poi spostarsi a Mediaset (allora Fininvest) nel gennaio del 1982, su Italia Uno.

A settembre dello stesso anno  il programma, per lo più un contenitore di cartoni animati si arricchì di un trio di conduttori, costituito da Sandro Fedele, Marina Morra e un giovanissimo Paolo Bonolis.

I tre conduttori, indossavano delle tute grigie e piccole scritte colorate sul petto: Sandro Fedele aveva Bim (in giallo), Marina Morra aveva Bum (in rosa) e Paolo Bonolis aveva Bam (in blu).

 

I primi cartoni animati e anime trasmessi da Bim Bum Bam furono:

  • Tom & Jerry
  • Jeeg robot d’acciaio
  • Jenny la tennista
  • Lady Oscar
  • Candy Candy
  • Hello Spank
  • Chobin
  • Sally la maga
  • La principessa Zaffiro e molti altri ne vennero dopo..

Nell’estate dell’83 i conduttori cambiarono, arrivò Licia Colò oltre al già citato Paolo Bonolis, e un personaggio di pezza, Uan ( nome derivato dalla pronuncia del termine inglese One, ovvero il nome dell’emittente Italia UNO).

Uan, animato dal Gruppo 80 e doppiato da Giancarlo Muratori, era un cane antropomorfo che rappresentava  un bambino pestifero e dispettoso, sempre pronto a giocare scherzi ai suoi colleghi in carne ed ossa, che entrò subito nel cuore dei più piccoli.

 Giancarlo Muratori, con la voce fuori campo, dava vita inoltre ad altri due personaggi: La Signora Regia ed il cattivissimo produttore Signor Brandolin che terrorizzava i conduttori, in particolar modo Bonolis.

Poi si susseguirono numerosissimi cartoni che sono entrati nella memoria di ognuno, totalmente  differenti dai cartoni di oggi, proposti dai canali tematici, che trovo personalmente molto infantili, al limite dello “sciocco”, o piuttosto violenti.

Nulla a che vedere con la delicatezza, la poesia e la morale di quei cartoni che raccontavano una storia, un’avventura, insomma qualcosa, su cui si poteva anche riflettere ed eventualmente “imparare” qualcos’altro.

Tra i cartoni più famosi

Numerose le anime giapponesi quali:

  • MiMì e la nazionale di pallavolo
  • I fantastici viaggi di Fiorellino
  • Lucy May
  • Il piccolo Cid
  • Mila e Shiro

Ma non mancarono anche cartoni americani come  I Puffi, He Man e i dominatori dell’universo ed altri..

Quindi, Buon Compleanno a questo storico programma!!

Per un’appassionata del genere come me, ho trovato carino  ricordarvelo..

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCosa vedremo stasera in tv? – 11 settembre 2016
Prossimo articolo11 settembre: come renderanno omaggio alle vittime le varie emittenti televisive?
mm
Mi piace leggere, seguire tv, cinema, spettacolo, gossip, politica, e mi piace sognare... Amo tutto ciò che è latino/americano infatti via web seguo programmi americani e argentini.Odio le persone invadenti e stupide, ipocrite e bigotte, cattive e invidiose .Che non ti guardano mai negli occhi perchè sono impegnate a guardare altrove, magari ad imparare a memoria i vestiti che indossi. Quelle che ti interrompono mentre parli e che pensano che il mondo giri intorno a loro.. Quelle che pensano di sapere tutto, e di avere la verità in tasca. A quelli che si ammantano di luce e di saggezza, ma che in definitiva sguazzano nella loro m..... che, a loro dire, puzza meno di quella degli altri. Detesto l' ipocrisia in tutte le sue sfumature.Detesto la lealtà politica(non ve ne è nessuna) Amo le persone schiette, dirette, che non hanno paura di prendere posizione anche se risulta molto impopolare. Amo la sincerità, anche se fa male . Il rispetto, sopra ogni cosa è qualcosa di nobile e seducente che suscita un interesse immediato..