Buon compleanno al re degli chef, Gordon Ramsay!

Diventato uno degli chef stellati più famosi non solo del mondo culinario ma anche e soprattutto di quello televisivo, Gordon Ramsay oggi spegne ben 50 candeline.

Ripercorriamo brevemente la sua vita e la sua carriera.

Le origini di Gordon

Forse non lo avreste mai detto, ma Gordon Ramsay è di origini scozzesi!

Pur essendo cresciuto a Stratford-upon-Avon (soprannominata anche ‘la città di Shakespeare’), Gordon nasce in Scozia (per la precisione a Johnstone, Renfrewshire) l’8 novembre 1966.

Altra curiosità: Ramsay era uno sportivo!

Gioca nelle giovanili dei Rangers, viene scelto per giocare nell’under 14 all’età di 12 anni, per lo Warwickshire.

L’infortunio prima (e la rottura di un legamento crociato del ginocchio dopo) gli costerà l’abbandono definitivo del calcio.

Ma lo sport non era l’unica passione di Gordon, che tra un allenamento e l’altro si avvicina al mondo culinario.

La carriera culinaria

Negli anni ’80, Ramsay inizia a lavorare nelle cucine di un Hotel come ‘sous-chef‘ (letteralmente: il secondo chef in comando).

Successivamente, si trasferirà a Londra, dove inizierà a lavorare per lo chef Marco Pierre White e, in seguito, a Parigi, dove lavorerà presso il Savoy ed il Robuchon.

Il 1993 rappresenta l’anno della svolta per Ramsay: l’apertura del suo primo ristorante nel quartiere di Chelsea (Londra) gli varrà il prestigioso riconoscimento di 3 stelle Michelin!

Da allora, la carriera dello chef stellato sarà in continua ascesa.

Gordon, infatti, inaugurerà con successo:

  • il Boxwood Cafè al ‘The Berkeley’ di  Knightsbridge nel 2003;
  • il Verre a Dubai nel 2005;
  • il Conrad a Tokyo;
  • il Gordon Ramsay at the London a New York nel 2006;
  • il Sika Restaurant in Irlanda nel 2007.

La lista potrebbe ancora continuare, ma ciò che ha permesso a Gordon Ramsay di non scendere più dall’olimpo degli Chef è stata la tv.

Il successo televisivo di Gordon Ramsay

La sua fama mediatica è dovuta prevalentemente alla sua partecipazione a programmi televisivi di successo, tra i quali:

  1. il reality show Hell’s Kitchen, di cui ha condotto la prima stagione della versione britannica e in seguito quella statunitense;
  2. lo show The F Word;
  3. i docu-reality Cucine da incubo e Hotel da incubo;
  4.  la versione statunitense del talent MasterChef;
  5. il programma Cucina con Ramsay.

Chef Ramsay, inoltre, è anche autore di libri di cucina quali:

  • Passion for Flavour;
  • A Chef for All Seasons;
  • Passion for Seafood;
  • Ultimate Cookery Course (legato a Cucina con Ramsay).

Che dire? Una carriera a dir poco sfolgorante!

Se a questo aggiungete anche una vita privata piena e soddisfacente (dal 1996 è sposato con Cayetana Elizabeth Hutcheson, conosciuta come Tana Ramsay. I coniugi Ramsay hanno avuto quattro figli: Megan, i gemelli Jack e Holly e Mathilda), allora non possiamo fare altro che congratularci con lo chef stellato ed augurargli

Buon compleanno!

CONDIVIDI
Articolo precedenteProgrammazione tv – prima serata – 08 novembre 2016
Prossimo articolo#Cartabianca, programma di attualità e approfondimento su Rai Tre!
mm
Sono una web writer in erba ed un'aspirante copywriter. Da sempre subisco il fascino delle parole in tutte le sue forme: forse non è un caso che il mio nome (Eufemia, dal greco “ eu phemì ” = colei che parla bene) contenga un verbo che significa 'parlare, dire, raccontare, etc'. Scrivere, infatti, rappresenta una delle mie più grandi passioni assieme al canto, alla musica ed ai viaggi. Sono una vera divoratrice di pellicole cinematografiche, amo i ‘courtroom drama’ - i film che si svolgono prevalentemente nelle aule di giustizia - e tutti i thriller. Per me, attori come Al Pacino, Robert De Niro e Jack Nicholson sono mostri sacri del cinema. Le serie tv che non smetterei mai di rivedere, invece, sono ‘Gomorra’, ‘How to get away with murder’ e ‘Lie to me’ (anche se vorrei trovare il tempo per vedere ‘House of cards’ e ‘Mad Men’).