Adriana Volpe Vs Magalli gossip: ecco le parole della conduttrice, interverrà la Rai?

magalli volpe

Ciò che è successo in una puntata già vista de “I fatti Vostri” avrebbe potuto avere una conclusione diversa. Ironia e battutine simpatiche sono ossigeno nei programmi televisivi. Così non è andata e Giancarlo Magalli, dopo le offese in diretta alla sua collega Adriana Volpe, ha continuato il suo strano atteggiamento nei social. Ora anche la bionda conduttrice si sfoga, ma potrebbero esserci dei provvedimenti molto gravi.

I fatti Vostri: Adriana volpe esausta

Abbiamo assistito tutti agli insulti di Giancarlo Magalli, il conduttore de “I fatti Vostri” alla collega Adriana Volpe. Per i pochi che non ne fossero a conoscenza la bionda conduttrice, durante una parentesi sull’età, aveva citato quella dell’artista.

In realtà era stato Giancarlo a osservare che ai nostri tempi si invecchia più tardi e la soglia è arrivata oltre ai 75 anni. Evidentemente si è sentito deriso quando Adriana, in buona o cattiva fede, ha evidenziato che lui ne compierà 70 quest’anno.

Sono seguiti insulti a cui invano la Volpe ha tentato di giustificare il suo intervento, come una battuta innocente e che l’età avanzata non è male.

Magalli però non sono non ha voluto sentire ragioni, ma la diatriba è continuata, pensate bene, nei social.

Gli insulti in facebook

Il conduttore, che noi abbiamo sempre conosciuto come una persona simpatica, pacifica e ironica ha però continuato.

E’ la stessa Adriana Volpe che ammette al fattoquotidiano.it:

La situazione è grave, lui ha superato il limite. Che una figura apicale come lui, un volto di una rete pubblica con una sua credibilità, con la sua caratura si permetta di dire cose così è incomprensibile

Su Facebook Magalli, dopo lo scontro avuto con la collega in tv, è arrivato ad allusioni alquanto compromettenti. Giancarlo, infatti, ha parlato di “spintarelle non legate a meriti professionali“, riferendosi alla collega.

Adriana Volpe in lacrime ha raccontato di non poterne più nell’intervista al FQMagazine.

Alberto Dandolo di Dagospia ha riportato un commento di Magalli sul social a chi si lamentava che la Rai non sia intervenuta. Ecco le parole del conduttore o meglio la risposta scritta:

Insulti vergognosi? Ma hai visto quello che è successo o parli per sentito dire?. Le ho solo detto che è una rompiballe, e quello è un fatto, non un insulto.

Le donne che ho sempre rispettato e che forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni

La reazione di Adriana Volpe

Mi ha sempre screditata con battute di cattivo gusto, ha ripetuto lo stesso concetto decine di volte. Ho sempre buttato giù il rospo e mi sono detta ‘vai avanti, ora però basta

Queste sono le parole di Adriana Volpe, che non nomina il nome del collega, ma sottolinea quanto sia duro continuare a lavorare in queste situazioni.

Adriana Volpe vuole giustizia e continua nell’intervista, di cui riportiamo solo una parte, per non diventare prolissi:

Quando una persona come lui getta fango è molto difficile ripulire la macchia. Intanto questa rimane. Chi mi ripaga adesso di quello che sta provando mio marito? Verso mia figlia e delle battute che le faranno a scuola? E’ una cosa bruttissima.

Io sono a pezzi come donna. Per questo dobbiamo cambiare, far capire che chi compie delle angherie non può passarla sempre liscia. Mi metto nei panni di tutte le donne che subiscono critiche per retaggi culturali duri a morire. Non c’è niente da fare. Non sentirai mai dire ‘lei è finita lì perché è brava

Dietro ci sono anni di violenza psicologica. E io ho tenuto duro. Ora però sono esausta. Essere screditata così, buttare al vento venti anni di carriera non ci sto. E’ un danno per me e per la Rai. Che una figura apicale come lui, un volto di una rete pubblica con una sua credibilità, con la sua caratura si permetta di dire cose così è incomprensibile

Farò tutto ciò che è possibile fare, ma adesso sono stanca. Oramai è una strada senza ritorno. E lui continua a non chiedere scusa. Oggi sono uscita dalla Rai piangendo. Non accetto più questa farsa. Lui fa finta di non rendersi conto delle conseguenze. Sta ammazzando la professionalità di una persona e probabilmente ci gode

Non ci sono parole e non è nostro compito aggiungere commenti. Ci sarà chi valuterà ciò che è più giusto fare.

Molte sono le persone e non solo donne, che lavorano in queste situazioni