Un anno a primavera – serie tv su Rai Premium, ore 21:20

Parte questa sera, su Rai Premium, “Un anno a primavera”, una fiction drammatica diretta dal regista Angelo Longoni che affronta il tema degli attacchi di panico e del modo in cui affrontarli.

Angela (Nicoletta Romanoff) ha vent’anni e soffre di crisi di panico e forti stati d’ansia da quando, a seguito di un incidente stradale, ha perso sua madre.

A seguito di questo forte trauma, Angela è costretta, altresì, ad abbandonare la tenuta agricola di famiglia quando anche suo padre muore improvvisamente.

In soccorso della fragile Angela interviene Maria (Eleonora Ivone), sorella maggiore di Angela che ha lasciato in giovane età per diventare giornalista: Maria convince la sorella ad accettare un aiuto esterno per affrontare il dolore scaturito dalla morte di entrambi i genitori.

La ragazza entra così al “Centro Primavera”, un istituto di igiene mentale dove viene seguita dalla psicoterapeuta Claudia (Marianna Morandi).

Proprio tra le mura dell’istituto avviene il fatidico incontro con Nicola (Giorgio Pasotti), un ragazzo immaturo e sensibile cresciuto senza madre, che al Centro svolge il servizio civile come obiettore di coscienza.

Cosa nascerà dall’incontro di due anime fragili come quella di Angela e Nicola?

Riuscirà Angela a superare gli attacchi d’ansia?

Scopriamolo assieme questa sera, su Rai Premium, ore 21:20.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCosa c’è stasera in tv – 17 giugno 2016
Prossimo articoloIn seconda serata venerdì 17 giugno: Anaconda
mm
Sono una web writer in erba ed un'aspirante copywriter. Da sempre subisco il fascino delle parole in tutte le sue forme: forse non è un caso che il mio nome (Eufemia, dal greco “ eu phemì ” = colei che parla bene) contenga un verbo che significa 'parlare, dire, raccontare, etc'. Scrivere, infatti, rappresenta una delle mie più grandi passioni assieme al canto, alla musica ed ai viaggi. Sono una vera divoratrice di pellicole cinematografiche, amo i ‘courtroom drama’ - i film che si svolgono prevalentemente nelle aule di giustizia - e tutti i thriller. Per me, attori come Al Pacino, Robert De Niro e Jack Nicholson sono mostri sacri del cinema. Le serie tv che non smetterei mai di rivedere, invece, sono ‘Gomorra’, ‘How to get away with murder’ e ‘Lie to me’ (anche se vorrei trovare il tempo per vedere ‘House of cards’ e ‘Mad Men’).