Tutti a teatro, il Drive In è tornato

drive in reunion

Cari lettori di Superguida Tv, se siete appassionati di programmi televisivi, c’è una grande novità, che non potrà certo lasciarvi indifferenti: cioè che la mitica “squadra del Drive Inritorna!

Sì, avete capito bene proprio loro: “quelli del Drive In”. Per chi, invece, non lo conoscesse Drive In è stato un programma televisivo nato da un idea dell’autore televisivo ed autore Antonio Ricci (famoso per avere ideato tra gli altri, nel corso della sua carriera, programmi che abbiamo potuto imparare a conoscere e, in alcuni casi anche ad amare, come per esempio: dallo “storico” Fantastico, ai più recenti Striscia la notizia, Paperissima, Veline, Velone, Cultura Moderna, ecc…).

Drive In: Programma di punta della TV anni ’80

E’ stato un “programma di punta” della televisione del nostro Paese degli anni’80 (nello specifico di Italia Uno), che ha “provveduto” a scrivere un pezzo importante della “nostra” storia, nonché della nostra “identità televisiva”.

Grazie a questo format sono diventati famosi comici che ancora oggi ricordiamo con affetto come per esempio: Ezio Greggio, Gianfranco D’Angelo, Giorgio Faletti, Carlo Pistarino, Margherita Fumero, Enrico Beruschi, Sergio Vastano, Nino Formicola (in arte: Gaspare del mitico duo “Zuzzurro e Gaspare”), ecc.

Ebbene, in anteprima dal 7 Giugno un gruppo di quegli indimenticabili comici sopra citati, sarà protagonista a teatro per uno spettacolo di cabaret dal vivo dal simbolico titolo di: “Drive In The Riunion”.

Drive In, torna a Teatro: Gli interpreti

Tra i nomi che potremo rivedere a teatro troviamo per esempio:

Carlo Pistarino: famoso per personaggi come il paparazzo, il cantante lirico, per l’autista di autobus, ma soprattutto per il suo personalissimo tour: “Gita Pistarino”;

Margherita Fumero: nota per l’interpretazione di ruoli sempre al fianco di Enrico Beruschi, e della quale più recentemente abbiamo potuto apprezzare il talento nel suo ruolo in “Camera Caffè”;

Gianfranco D’Angelo: promette di regalarci esilaranti monologhi, che se pur con il sorriso, ci faranno riflettere sui tempi che viviamo;

Enrico Beruschi: è diventato celebre in particolare per aver introdotto il “tormentone”: “Una brutta fazenda”, che si aggiudicò un posto tra i “modi di dire” di quegli anni;

Sergio Vastano: viene ricordato in particolare per il suo personaggio dello studente (fuori corso) della Bocconi, che promette di riproporre.

Troveremo inoltre un altro personaggio simbolo del programma cioè Tinì Cansino, una delle ragazze fast food, diventate le icone del programma, e molto apprezzate dal pubblico per i loro “stacchetti”.

Perciò, per rivivere quella comicità leggera e dal sapore un po’ frizzante, e per fare un salto indietro nel tempo non ci resta che andare a trovarli a teatro dove state certi che, questa volta, non sarà: “Una brutta Fazenda”.

Buona visione e buon divertimento!

CONDIVIDI
Articolo precedenteRosy Abate pronta a tornare! A settembre la nuova fiction, spin off di S.A.M
Prossimo articoloUna Vita: trama delle puntate da domenica 11 al 18 giugno 2017
Mi chiamo Chiara, ho 27 anni e la mia più grande passione è la scrittura, che coltivo sin da quando posso ricordare. Nel tempo libero oltre a scrivere (per lo più racconti) mi piace molto anche leggere, ascoltare musica e guardare la televisione (in particolare serie tv poliziesche e programmi reality/tutorial, che trovo molto interessanti perché permettono sempre di imparare cose nuove). Infine un’altra mia grande passione sono i bambini, con i quali ho anche l’ambizione di poter lavorare o come educatrice di asilo nido (lavoro per cui sono abilitata da una laurea) o come baby sitter. Di loro mi piace soprattutto la loro genuinità ed il fatto che sono privi di filtri e che trasmettono molta allegria.